Shampoo e balsamo non graditi: correzione e riciclo


Quante volte ci capita di acquistare uno shampoo o balsamo, usarli e quindi rendersi conto che il prodotto non fa per i nostri capelli. Magari non lava i capelli, o li secca, ingrassa, non li nutre e via dicendo.

A volta capita o perché il prodotto non fa per noi, o gli ingredienti non sono compatibili con i nostri capelli, o perché la quantità di ingredienti importanti e idratanti sono presenti in minime quantità, oppure perché il PH del prodotto è troppo alto (non va bene soprattutto nel caso di balsami e maschere).

Capita spesso con i shampoo da supermercati che magari la quantità di roba più sintetica come siliconi, oli minerali, paraffine e altri siano presenti in grossa quantità mentre gli altri ingredienti trattanti tipo olio di quello, burro di quell'altro ecc siano presenti al 0,0000ecc percento e quindi non fanno la differenza.

Però è possibile fare una "correzione", cioè aggiungere degli ingredienti ai prodotti per darli una nuova opportunità o una nuova vita. Insomma: è un modo per non buttarli direttamente nella spazzatura visto che sono stati spesi dei soldi.

Quindi vediamo quali tentativi possiamo fare per arricchire i prodotti inizialmente bocciati con questo "metodo dell'aggiunta"





Per capelli secchi, crespi e aridi che non nutre e non li rende morbidi:

Shampoo:

L'olio ideale per arricchire uno shampoo un po' no è quello di avocado. Questo è molto nutriente ed è uno dei migliori oli per i capelli secchi e aridi. 1 cucchiaino di olio di avocado è capace di migliorare molto la qualità dello shampoo.

Se non avete l'olio di avocado potete aggiungere 1 cucchiaino non colmo di olio di mandorle o 1 cucchiaio di olio di argan. Oppure 1 cucchiaino di uno e 1 cucchiaino di altro.

Balsamo:

Anche qui aggiungere 1 cucchiaino di olio come già spiegato prima e quindi aggiungete anche un cucchiaino di uno di questi oli: vinacciolo (ottimo), lino, o olio di miglio (meglio se da erboristeria), 1 cucchiaini di aceto di mele e 1 cucchiaino di miele.


Per capelli grassi:

Shampoo:

Se avete capelli completamente grassi (cute e estensione) e lo shampoo non li sgrassa aggiungete 1/2 cucchiaino di bicarbonato, 1 cucchiaino di miele, 5 gocce di olio essenziale di tea tree e 5 gocce di olio essenziale di menta piperita o di eucalipto.

Se la cute è grassa ma la estensione è secca (o le punte) prima si usare lo shampoo proteggete la parte secca con dell'olio di mandorle o EV di oliva e quindi applicate lo shampoo alla cute e poi sulla estensione. Le punte (o parti secche) vanno lavate per ultimo solo per levare l'olio applicato.

Balsamo:

Se avete bisogno di un balsamo ma quello che c'è in bagno non va bene perché v'ingrassa molto i capelli aggiungete 2 cucchiai di succo di mele e 1 cucchiaio di gel di aloe vera (erboristeria e parafarmacia)

Per capelli normali:

Shampoo
Normalmente questo tipo di capelli non ha grossi problemi con i shampoo in generale, l'unica cosa è che possono rimanere spenti con il tempo. Quindi per lucidarli aggiungete allo shampoo, 5 gocce di olio di lavanda e 1 cucchiaino di miele.

Balsamo:

Se il balsamo nutre i capelli e li spegne aggiungere 1 cucchiaino di aceto di mele, e 1 cucchiaio di olio di girasole (da erboristeria) e 1 cucchiaino di miele.

Se invece il balsamo è troppo pesante aggiungere 10 gocce di olio essenziale di menta piperita o di limone.

Per capelli colorati:

Se lo shampoo non protegge il colore e i capelli sono comunque sfibrati e spenti aggiungete 10 gocce di olio essenziale di legno di rosa. Non trovando l'olio essenziale di legno di rosa potete usare quello di rosa (non rosa mosqueta ma rosa).

Balsamo:

Aggiungere nuovamente l'olio di legno di rosa o di rosa, 1 cucchiaino di aceto di mele e in più 1 cucchiaio di olio di jojoba o argan.

Attenzione (achtung!!):

Se siete incinte evitate gli olii essenziale o almeno chiedete informazioni al vostro medico

Come sapete ad ogni capigliatura vanno bene determinati prodotti e ingredienti e magari quello che va benone per i capelli di una determinata persona può fare schifo per qualcun'altra. Quindi gli ingredienti elencati sono dei suggerimenti e possono essere cambiati da voi.

Altra cosa: questo è un "riciclo" proprio per non buttare i prodotti che inizialmente non vanno bene quindi non aggiungete roba ai cosmetici prima di provarli ma solo dopo l'uso e se veramente necessario.

Se alla fine avete provato ad arricchire i cosmetici (shampoo, balsamo, maschera) e non va bene comunque allora è un segno che questi non fanno per voi e quindi potete usarli per altri fini:

Shampoo: come doccia schiuma, sapone liquido per le mani, 1 cucchiaino nell'acqua per lavare il pavimento.

Balsamo: come ammorbidente per i panni oppure con acqua calda in una bacinella per ammorbidire la pelle dei piedi (quindi utile per la pedicure).





Post popolari in questo blog

Come togliere le macchie di prodotti acidi e/o aggressivi dai pavimenti.

Come togliere la polvere di calce e/o cemento attaccata al pavimento

Come risaltare l'odore del detersivo in lavatrice e come avere un bucato più profumato