Soluzione low cost per ripristinare pavimenti rinsecchiti o corrosi da sostanze acide

Soluzione low cost per ripristinare pavimenti rinsecchiti o corrosi da sostanze acide



Il barattolo che si rovescia e il liquido/prodotto che finisce per macchiare il pavimento è uno degli incidenti di percorso che accadono più frequentemente negli ambienti domestici e se il pH è acido può arrivare addirittura a danneggiare le finiture smaltata lucida delle piastrelle rendendo la  opache, ruvide e con un aspetto rinsecchito. Non parliamo solo di detersivi anticalcare, disincrostanti o sgrassanti ma anche aceto, succo di limone, passata di pomodoro, alcuni tipi di bevanda gassata e via dicendo.


La soluzione più efficace per risolvere il problema è senza dubbio l'intervento realizzato da un professionista che provvederà a ripristinare la lucentezza del pavimento, ma quando non è possibile affrontare questa spesa nell'immediato è possibile affidarsi a dei prodotti low cost per migliorare l'aspetto della macchia e anche ripristinare le cose se la corrosione è limitata e molto superficiale.


Come procedere:

Innanzitutto occorrono:

  • Bicarbonato
  • Aceto bianco (vino, alcol o mele) oppure acido citrico diluito in acqua.
  • Balsamo per capelli o ammorbidente biologico o a basso impatto ambientale (oppure riciclare quel balsamo o mascara che non hanno dato buoni risultati).
  • Spugnetta d'acciaio molto fine (ad esempio quella per lucidare il legno, altrimenti quella piccoline per le pentole). parliamo della lana d'acciaio e non della paglietta dura e tonda.
  • Spugna da cucina o luffa.
  • Olio di lino cotto per mobili in legno o cera di carnauba.
  • Straccio in flanella o panno giallo.
  • Straccio in microfibra.

Passo Passo:

Cospargere la zona interessata con abbondante bicarbonato.
Utilizzare la spugnetta d'acciaio asciutta per strofinare delicatamente l'area macchiata e ricoperta con bicarbonato, non utilizzare acqua in questa fase (pulizia a secco) ed evitare di utilizzare spugne troppo ruvida come lo spirale per pentole ad esempio altrimenti si graffierà il pavimento anche se bisogna fare questo lavoro. Ecco un piccolo schema:




Rimuovere il bicarbonato e i residui di spugnetta rimasti sul pavimento (spazzare o aspirare)

Inumidire una spugna o luffa con una certa quantità di aceto bianco (3 o 4 cucchiai) e strofinare delicatamente il pavimento per pochi minuti, l'aceto lucida le superficie ed elimina i residui di bicarbonato rimasti e che possono opacizzare la superficie però attenzione: va versato sulla spugna e non direttamente sul pavimento. Risciacquare con solo acqua utilizzando uno straccio in microfibra. 

Versare una buona quantità di balsamo per capelli o ammorbidente bio/a basso impatto ambientale sempre sulla spugna già utilizzata e strofinare la superficie, aspettare alcuni minuti (10 a 15 minuti), risciacquare con solo acqua pulita e quindi con acqua e aceto e asciugare, applicare una piccola quantità di olio di lino o cera di carnauba e lucidare con panno giallo o straccio in flanella.

Pulizie giornaliere: la zona trattata va lavata con solo acqua e aceto (almeno per 15 giorni) con l'aggiunta di al massimo una goccia scarsa di detersivo per piatti bio o a basso impatto ambientale per non opacizzare l'olio applicato o la cera. 

Dove acquisto i prodotti più specifici?

L'olio di lino cotto, la lana d'acciaio extra fine per legno e la cera di carnauba: bricolage e ferramenta
spugnetta d'acciaio e stracci: casalinghi e supermercati.

(modificato)

______________

Pubblicità e affiliazione:

Prodotti correlati:

Olio di Lino Cotto Puro, lt 1

________________

Canali social:

Post popolari in questo blog

Come togliere le macchie di prodotti acidi e/o aggressivi dai pavimenti.

Come togliere la polvere di calce e/o cemento attaccata al pavimento

Come risaltare l'odore del detersivo in lavatrice e come avere un bucato più profumato