Post Remember: L'importanza delle fonti idriche del pianeta e 11 consigli per risparmiare acqua.


 

Questo è un post remember cioè un riassunto di argomenti che sono già stati scritti ma che meritano comunque di essere "resuscitati" e riportati tra noi. Oggi parleremo di risparmio d'acqua perché ormai tutti abbiamo capito (spero) che il mondo rischia una gravissima siccità per diversi motivi: riduzione dei ghiacciai e delle "torri di acqua", fonti idriche stabili e continue di alta montagna. Piogge molto intense e concentrate in pochi punti/intervallo di tempo e che possono diventare addirittura distruttive, pochi giorni di pioggia che purtroppo non risolvono il problema della siccità prolungata e non contrastano gli effetti delle alte temperature che favoriscono la rapida evaporazione delle risorse idriche. 

Molti anni fa abbiamo abbiamo scritto sull'eventuale carenza di acqua dolce/potabile e una persona aveva commentato: "ciò non era possibile e che l'acqua non sarebbe mai mancata ecc." ma erano tempi non sospetti in cui era più facile negare i problemi, ora invece sta diventando sempre più difficile restare nel Mondo di Narnia. 

Il ciclo delle acqua dipende da molti fattori come ad esempio: piogge, neve e salute delle foreste e purtroppo tutti questi patrimoni naturali stanno avendo dei seri problemi che possono portare problemi alla distribuzione dell'acqua e come possiamo ben capire senza acqua non c'è cibo, salute e vita.

Tre articoli molto interessanti per approfondire i temi:

a) "La riduzione dei ghiacci diminuisce la disponibilità globale di acqua dolce" di National Geographic 

b) I fiumi volanti dell'Amazzonia  di WUmagazine e Amazzonia e riscaldamento globale di National Geographic 

c) Allarme sul Delta del Po  di L'Adige

d) Siccità in California  di Drought.gov

e) I'm Water Un bellissimo viaggio davvero alla scoperta delle acque dell'Amazzonia. 


Ed ecco un riassunto sui tanti modi in cui noi comuni cittadini possiamo contribuire contro lo spreco d'acqua:


1) sembra scontato ma c'è chi ancora lo fa: lasciare il rubinetto aperto mentre strofinano le mani con il sapone o mentre si spazzolano i denti, ricordiamo che se non si sta usando l'acqua bisogna chiudere il rubinetto.

2) fare il bagno: rituale da dimenticare! Si fa la doccia.

3) la doccia: non restare lì a cantare sotto la doccia, e se sei uno di quelli che lascia scorrere l'acqua finché questa non si riscalda vale la pena raccoglierla in un secchio e usarla per pulizie e orto.

4) piatti a mano: insaponare tante stoviglie usando solo una piccola quantità d'acqua per diluire il detersivo e aprire il rubinetto il tempo che basta per risciacquare tutto quanto. Un altro consiglio: diluire il detersivo! I detersivi fai da te sono già diluiti al punto giusto ma quando usamo i detergenti "normali" si può diluirli al momento (solitamente  bicchiere d'acqua x 1 cucchiaio di detergente dipendendo dalla quantità di schiuma che sviluppa o quanto dia sgrassante), oppure preparare un contenitore (anche un dispenser) con  una certa quantità di detersivo per piatti a mano e aceto e complementare con acqua. L'aceto agirà da conservante e brillantante. 

Perché è così importante diluire il detersivo? Per diminuire il tempo di risciacquo e anche per versare meno schiuma nello scarico. Parliamo di detersivi ecobio o classici? Tutti e due, tra l'altro lì dove non è possibile acquistare detersivi ecobio ma solo quelli più comuni allora sarebbe meglio acquistare grande contenitori formato famiglia che tra l'altro possono essere riutilizzati (orto, conservare acqua ecc.) oppure acquistare prodotti sfusi in modo da ridurre la quantità di plastica in giro per il pianeta, abbiamo parlato di questo argomento qui

5) orto: raccogliere l'acqua piovana per innaffiare le piante (anche qualche secchio posizionato in un angolo del balcone), pacciamatura per rallentare l'evaporazione dell'acqua e utilizzo dell'acqua di cottura delle verdure (fa anche da concime). Qui abbiamo parlato di un ingrediente naturale che idrata le piante e aiuta a combattere la siccità.


Questo secchio ormai è fisso su un angolo del balcone

6) evitare di utilizzare il tubo da giardino.

7) pretrattare le macchie e usare la lavatrice a pieno carico

8) riutilizzare l'acqua dell'asciugatrice per le pulizie o ferro da stiro (proprio quando è necessario utilizzarla).

9) mantenere i pavimenti puliti e usare ciabatte e pantofole (anche per una questione di igiene).

10) assorbire i grassi con bicarbonato o soda solvay ( soda da bucato) oppure con la cenere, rimuovere e solo dopo si procede a sgrassare con acqua e sapone se necessario, in ogni modo si userà meno detersivo e soprattutto acqua.

11) Verificare se ci sono perdite e se il contatore è fermo quando tutti i rubinetti sono chiusi. 

Ci sono sicuramente altri modi per risparmiare acqua ma la cosa importante è che tutto ciò diventi non solo un obbligo ma un vero stile di vita perché l'uso indiscriminato delle risorse naturali non sta portando a nulla di buono.

Acqua bene prezioso!

Post popolari in questo blog

Come togliere le macchie di prodotti acidi e/o aggressivi dai pavimenti.

Come togliere la polvere di calce e/o cemento attaccata al pavimento

Come risaltare l'odore del detersivo in lavatrice e come avere un bucato più profumato