Orto in piccoli spazi: prodotti fai da te realizzati con la materia prima a Km0 e alcuni vasetti riciclati.


Orto in piccoli spazi e green therapy, questi due temi sono molto importanti per questo angolino digitale perché prendersene cura di uno spazio verde, anche quando molto ridotto, fa davvero bene alla mente e c'è anche il vantaggio degli alimenti a Km0. Gli articoli dedicati alla cura delle piante, consigli per la coltivazione, preparazione di concimi e repellenti naturali ecc. non mancano però è anche interessante vedere i risultato di tutto questo lavoro, dunque oggi parleremo della preparazione di alcune scorte invernali utilizzano solo la materia prima raccolta nel mini orto.

Senza dilungarsi più di tanto visto che almeno per oggi ci dedicheremo solo all'autoproduzione con l'utilizzo della materia prima raccolta direttamente nel nostro piccolo orto urbano. Vediamo alcuni esempi:

Dal piccolo Orto abbiamo raccolto:

Peperoncini:

Peperoncino tondo calabrese essiccato all'aria e quindi macinati, questi peperoncini sono del raccolto precedente quindi molto secchi perciò perfetti per la lavorazione. Ora ci sono già tanti altri  e sembra che la produzione sarà ancora maggiore di quella passata.


Essicamento in sacchetto di juta

In  quest'anno la pianta è particolarmente carica


Melissa

Pianta medicinale calmate e dissetante quindi ideale per una tisana calmante e anti stress, i rami sono stati raccolti quindi appesi ed essiccati l'aria. 


Ci sono già altre foglie in processo di essicazione e quasi pronte per riempire il vasetto.

Una pianta molto rigogliosa, vale la pena averla nell'orto. 

Basilico alla cannella: erbacea originaria del Messico, con fiori color rosa-malva più grandi di quelli di altre piante di basilico, aroma intenso e piacevole, ottima per le ricette di dolci, sorbetti, cibi speziati e tisane. 



rami raccolti e poi appesi all'aria, la pianta è molto rigogliosa quindi ci saranno tanti altri vasetti.

Questa è la pianta e la bottiglia conficcata nel terriccio è una "riserva d'acqua" di emergenza: DIY qui.


E questi sono alcuni prodotti che provengono dal piccolo orto urbano di Vivere Verde, tutto quanto coltivato con l'utilizzo di concimi e repellenti 100% naturali e fatti in casa. Vale la pena coltivare il proprio orto? Oltre alla preparazione di condimenti e tisane da utilizzare nel periodo in cui le piante vanno a riposo cioè l'inverno, ogni giorno raccogliamo erbe aromatiche di diversi tipi, rucola, bieta, lattuga e crescione nei periodi più freschi, peperoncini, camomilla, aloe vera e tante altre cose c'è da dire che le soddisfazioni non sono mancate. 

Tutti i vasetti di vetro utilizzati sono riciclati (preferenza all'acquisto di prodotti in vetro piuttosto che la plastica) e qui per alcune idee utilizzando anche la juta e centrini all'uncinetto. 

Macinare e tritare: frullatore o a mano? Quando le piante sono molto secche le foglie  si staccano molto facilmente quindi è facile separarle dai rametti (se non si vuole macinare anche loro). A casa era usanza metterci tutto quanto in un sacco di juta e sbatterlo contro una pietra (marmo, granito o altre pietre), togliere tutti i rametti e finire il lavoro con un mattarello, i peperoncini molto secchi venivano messi nei sacchi, schiacciati con una lastra di pietra e poi con il mattarello, in ogni modo si può facilitare il lavoro utilizzando un attrezzo molto moderno: il frullatore (senza aggiunta di acqua). 

_____________________

Vuoi conoscere le piante di Vivere Verde? Allora seguile su Instagram.



Post popolari in questo blog

Come togliere le macchie di prodotti acidi e/o aggressivi dai pavimenti

Tavoletta in plastica del wc ingiallita. Come smacchiarla e come evitare l'ingiallimento.

Differenza tra percarbonato e bicarbonato e le loro funzioni.

Come togliere la polvere di calce e/o cemento attaccata al pavimento

Come risaltare l'odore del detersivo in lavatrice e come avere un bucato più profumato