Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Agosto, 2014

Come neutralizzare l'odore di rifiuto organico

Cospargere il fondo del secchio con bicarbonatoCospargere il fondo del sacchetto con sale inumidito con acetoOgni volta che aggiungete della spazzatura cospargetela con un po' di bicarbonato e volendo anche con un po' di sale+aceto. Più il rifiuto è maleodorante più bicarbonato e/o sale+aceto dovete aggiungereMantenere il secchio chiuso se possibile.Lavare il secchio con aceto e detersivo per piatti classico o fai da te Aiuta molto versare alcune gocce di olio essenziale di cedro sul fondo del sacchetto e del secchio prima di versare il sale+aceto e/o bicarbonato. Se non trovate l'OE di cedro potete usare altri come pino, eucalipto, bergamotto, limone e altri aggrumati

Come pretrattare le macchie con percarbonato

Di solito le macchie vengono trattate con la candeggina delicata per appunto sbiancarle/schiarirle però al posto della candeggina delicata è possibile usare direttamente il percarbonato.

Però il percarbonato (sbiancante all'ossigeno attivo) deve essere attivato con acqua molto calda (tra 40 o 50 gradi (la temperatura ottimale è di 50 gradi). Quindi potete mettere 1 cucchiaio di percarbonato in una palina del bucato e aggiungerci pian piano dell'acqua calda fino a formare una crema fluida che dovrà essere versata subito sulla macchia. Piegare il tessuto in modo che la macchia rimanga verso l'interno. Lasciare in posa per almeno 1 ora (anche 1 giornata/notte) e quindi risciacquare e strofinare con sapone di marsiglia.

Risciacquare a mano con acqua calda o in lavatrice a 50 gradi.

Questo è il metodo più semplice però potete usare altri ingredienti come ad esempio del bicarbonato alla miscela di acqua+percarbonato, oppure strofinare la macchia con sapone di marsiglia prima di…

Riassunto degli ngredienti ed abbinamenti utili per lucidare l'acciaio inox

aceto bianco o rosso
succo di limone
bicarbonato
sale fino da cucina
alcol diluito al 70% (30% acqua)
idrolitina
paglietta d'acciaio
pano specifico per lucidare l'acciaio tipo questo

Abbinamenti:

aceto bianco+alcol
aceto bianco+succo di limone
2 parti di aceto ed 1 di bicarbonato
aceto+sale da cucina
succo di limone+sale da cucina
crema di bicarbonato+acqua calda
crema di bicarbonato+acqua calda+sale fino
crema di idrolitina+acqua calda
crema di idrolitina+acqua calda+sale fino
idrolitina+aceto
2 parti di aceto ed 1 di olio per lucidare l'acciaio pulito ed asciutto usando un panno morbido e secco

Metodo Impegnativo:

Usare gli ingredienti sopracitati con un po' di detersivo per piatti a mano (tranne l'aceto+olio), risciacquare e asciugare.

Metodo del sapone di marsiglia:

Strofinare una spugna inumidita nel sapone di marsiglia, cospargere l'acciaio con un bel po' di bicarbonato, strofinare con spugna o paglietta e risciacquare, se necessario strofinare con ac…

Profumo fai da te al limone per il bucato da essere aggiunto al detersivo

Per fare questo prodotto fai da te che non è altro che un profumo per il bucato + smacchiatore servono solo alcuni limoni e bicarbonato

Mettete il succo di 10 limoni in una ciotola e versate pian piano del bicarbonato altrimenti fa troppa schiuma e il liquido si gonfierà più del dovuto andando a finire fuori dalla ciotola. Mischiate ad ogni aggiunta di bicarbonato fino a a che abbia incorporato il 90% del succo di limone.

Lasciare in posa in ciotola chiusa per 1 mese per incorporare il profumo. Se per caso/qualche motivo sconosciuto la miscela diventerà un po' dura versate un po' di succo di limone o aceto per ammorbidirla.

Aggiungere 1 cucchiaio assieme al detersivo (in questo caso non bisogna aggiungere altro bicarbonato) ad ogni 5 kg di bucato.

Questa miscela è anche un sbiancante naturale /se i panni sono bianchi ma non interferisce con il colore degli scuri) e quindi in molti casi non bisognerebbe aggiungere il percarbonato (oppure aggiungere di meno) quando dovete fare …

Come eliminare e sgrassare la plastica unte di grasso impossibile da rimuovere

Il segreto è il sale da cucina!!!

Per primo lavare la ciotola con detersivo per piatti bio o ecologico (esempio ecolabel), quindi mettere 1 cucchiaio o di più di sale fino da cucina nella ciotola, un po' di aceto, e una spugna insaponata con detersivo per piatti a mano bio o ecologico.

Strofinare, lasciare in ammollo per alcuni minuti e risciacquare.

Se utilizzate un detersivo fai da te all'aceto, al limone o al bicarbonato non bisogna aggiungere l'aceto

Festival Antispecista Vegan del Trentino- Trento Veg

Il Trento Veg è il festival antispecista Vegan del Trentino ed è alla sua terza edizione. Partecipando a questo evento si potrà approfondire le tematiche dello sfruttamento animale, temi di carattere scientifico sulla dieta vegana, e l'alimentazione per una società diversa e più giusta.

Durante il festival si potrà assaggiare delle pietanze prive di ingredienti animali e i bambini troveranno un angolo dedicato ai giochi storie che rafforzeranno la loro sensibilità verso gli animali.

Programma:

VEGAN FOOD

10:00 Colazione Vegana
12:30 alle 14:30 Pranzo
19:30 alle 21:00 Cena

Saranno disponibili anche cibi gluten free e il servizio bar sarà sempre attivo.

VEGAN SHOP

Passeggiata nel parco e stand con diversi prodotti cruelty free di aziende diverse

VOLONTARIATO

Ci saranno tante associazioni che si occupano della difesa degli animali come:

La Colina dei Conigli, Dog Angels, Essere Animali, Etica Animalista, GAS Vegan TAA, Humanimal Italia ONLUS, Ippoasi, LAV Trentino, Lega Nazionale pe…

Metodo veloce per lucidare l'acciaio inox annerito con la metà di un limone

Se la superficie in acciaio del vostro piano cottura in inox è diventata scura e non riuscite a farla diventare nuovamente lucida come una volta allora provate ad strofinarla con la metà di un limone caldo e sale fino da cucina.

Per farlo è semplice: scaldate una piastra o un pentolino liscio e piatto e appoggiate la metà del limone sul fondo riscaldato, quindi cospargete la superficie in inox con sale fino e quindi strofinatela per bene con il limone caldo. Se necessario appoggiate il limone più volte sul pentolino/piastra calda per riscaldare il limone (il succo di limone è più efficace quando caldo). Lasciare in ammollo per alcuni minuti e per finire cospargete una spugna inumidita con un po' di sale fino e strofinate la piastra, quindi risciacquare bene e asciugare. Potete aggiungere 1 goccia di detersivo per piatti a mano alla spugna ma non è obbligatorio.
Questo metodo può essere usato per tutte le superfici in acciaio inox.

Asciugamani Induriti: Quel tempo limite per evitare di averli a mo' di tavoletta

Molte persone si lamentano del fatto che gli asciugamani spesso diventano "croccanti" o a "tavoletta"  o addirittura a "spugna per scrub" quando asciutti e non importa se si usa o meno l'ammorbidente.

Quello che molti non sanno è che esiste un intervallo di tempo in cui l'asciugamano è completamente asciutto però rimanendo morbido. Se si va oltre questo lasso di tempo le fibre si "increspano" e l'asciugamano si indurisce di brutto.

Questo fattore è più visibile sugli asciugamani ma è valido per tanti altri tipi di tessuto come il cottone ad esempio.

Quindi soprattutto d'estate e soprattutto se fatte asciugare i vostri panni al sole controllate se l'asciugamano è asciutto ma ancora morbido, se si toglietelo subito, e se per caso non avete fatto i tempo e i vostri panni sono induriti allora lasciateli li e spruzzateli con acqua senza inzupparli ma solo quel che basta per inumidirli. Lasciateli asciugare leggermente e toglietel…

Buon Ferragosto a tutti!!

Buon                 Ferragosto

Ci fermiamo per lavori di manutenzione!

È ora di procedere con i lavori di manutenzione del blog per correggere certe cose, buttare quello che non serve, ripensare a delle nuove idee, insomma: fare un po' di pulizie...

Quindi per circa 20 o 30 giorni non verranno pubblicati nessun nuovo post

Alcune pagine come quelle dedicate alle adozioni e appuntamenti eventualmente verranno aggiornate.

A presto!!

Come boicottare tutto quello che non va bene: scegliendo di aderire alla vita minimalista.

Oggi una mia collega m'ha chiesto: Ma hai ancora quel modello di cellulare?

Questa frase mi ha fatto riflettere perché a volte facciamo tanto gli scontenti di come vanno le cose nel mondo però alla fine anche noi cadiamo come mele marce nelle reti del sistema. Però un sistema sempre creato da noi perché sono gli esseri umani quelli che modellano la società anche se volte è più semplice dare la colpa a dei mostri esterni, lontani da noi per scaricarci un attimo la coscienza.

Ad esempio tornando al discorso del mio cellulare: l'ho comprato anni fa per necessità lavorativa ed è un buon smatphone che fin che non si rompe non avrò l'intenzione di comprarmene un altro perché con lui riesco a fare di tutto: organizzare l'agenda, organizzare le note, inserire la musica e i miei audio, inserire testi in PDF, usare il navigatore e le mappe, fare le foto e video e via dicendo. Quindi non vedo perché cambiarlo.

Parlando in modo generale è evidente che esiste un vero e proprio par…

Dolci, profumate, gustose e vellutate! Sono le Fragole della Basilicata.

Uno dei miei frutti preferiti è la fragola!! Semplicemente l'adoro sia "da sola che accompagnata" si perché a volte le fragole io le mangio con limone e zucchero di canna, con germe di grano, avena e un pochino di miele di castagno, ci metto nell'insalata e via dicendo....

Però capita di acquistare certe fragole davvero aspre o prive di sapore e queste sono di solito sono provenienti da altri paesi e selezionate per la esportazione.

Un giorno sono andata al mercato della frutta e il fruttaiolo m'ha detto che lui vende solo e esclusivamente le fragole della Basilicata. Ho deciso di prendere due vaschette e devo dire che mi sono pentita di non aver preso altre perché sono state "spazzate" in un attimo.

Le fragole della Basilicata sono grandi, vellutate, carnose e molto dolci e molto durevoli e io sono diventata una consumatrice affezionata.

Le fragole della Basilicata in realtà si chiamano "candonga" e devo dire che non conoscevo l'importan…

Eccesso di cera e olli: Come sgrassare il pavimento in legno/parquet

Quando il pavimento in legno o parquet viene trattato con troppa cera  o olii può assumere un aspetto grasso e annerito. Asportare l'eccesso di prodotti dal parquet può essere complicato però senza usare detersivi è possibile rimediare la situazione.

Avete bisogno di un bel po' di talco, lana d'acciaio extra fine per il legno e acqua



Per primo dovete cospargere il pavimento con abbondante talco (fatte attenzione per non scivolare, meglio indossare un sandalo di gomma nuovo), e quindi coprite uno spazzolone con la maglia di lana (vedete come qui)

Strofinare bene il parquet

Quindi prendete un mocio bagnato e abbastanza strizzato e bagnate il talco che avete versato per formare una specie di crema, quindi prendete una scopa morbida e strofinate il pavimento

Posa per 1 ora, spazzare il talco asciutto e lavare con acqua e aceto.

Se il pavimento è profondamente ingrassato potete sostituire il talco con il gesso che è più assorbente ed sgrassante.

Da non usare bicarbonato o soda…

Altre Terre, Altre Genti parte II: Açai la frutta amica del cuore, della bellezza e nemica dei tumori.

Avete mai sentito parlare dell'açaí? (pronuncia assaì). Trattasi di un frutto dell'Amazzonia con diverse proprietà benefiche, in realtà in quelle zone è conosciuta come una bibita per gli atleti perché riesce a dare una bella carica in più.

In Italia non è ancora molto popolare però si inizia già a vedere alcuni prodotti e preparati fatti con l'açaí e anche degli integratori ad esempio nei supermercati/negozi biologici e possibile incontrare bevande a base di açai.

In Brasile è possibile trovare il succo di açaí davvero ovunque ed è diventata una vera e propria bevanda nazionale (anni fa era una bevanda apprezzata solo nella regione amazzonica), molti non sanno ma in Brasile le persone hanno come abitudine bere i frullati freschi oppure i succhi multivitaminici al bar, nei locali e nei ristoranti anziché il solito succo imbottigliato.

In realtà la polpa dell'açaí è cosi densa che alcune persone addirittura preferiscono dire "mangiare l'açaí" piuttosto ch…

Come togliere la polvere di calce e/o cemento attaccata al pavimento

Quando vengono fatti dei lavori di muratura a casa capita che la polvere di calce/cemento si depositi un po' ovunque ed è difficile toglierla completamente dal pavimento.

È cosi difficile perché la polvere di calce non è proprio una micro polvere e quindi quando si passa lo straccio bagnato sul pavimento in realtà non la stiamo togliendo ma solo spostandola. La stessa cosa succede con la polvere normale però essendo micro non vediamo quest'effetto. Un altro aspetto da tener presente è che la polvere di cemento/calcio è più pesante rispetto alla normale polvere quindi tende a "ricadere sul pavimento" più facilmente rispetto alla normale polvere.

Inoltre certo pavimenti "assorbono" la calce più di altri, ad esempio i porosi assorbono tanto, i lucidi un po' di meno.

Per cercare di eliminare la polvere di calce/cemento dovete dimenticare il solito metodo secchio e straccio/mocio ma usare un po' di olio di gomito in più.

passo passo:

Passare l'aspir…

Come costruire una trappola per topi senza crudeltà

Ognuno ha la sua opinione però io non avrei mai il coraggio (e non parlo di fifa ma di cuore) di uccidere un topo.

Lo vedo come un animale e non come un parassita da uccidere e anche se sono cosciente che si tratta di un animale che vive nelle fogne (non è la regola anche perché ci sono i topi di campagna) comunque non avrei il coraggio di fargli del male.

Se la pensate come me magari siete interessati a sapere come costruire una trappola per i topi senza

In realtà è abbastanza semplice, è necessario un secchio, una bottiglia di plastica, una stecca e un pezzo do legno.

Il topo attirato dall'odore del cibo finirà per cadere nel secchio, ovviamente bisogna mettere qualcosa di morbido sul fondo altrimenti l'animale morirà lo stesso.

Poi basterà liberarlo da qualche parte.

Un suggerimento: non mettete solo formaggi ma anche qualche pezzetto di banana perché alcuni topi sono attratti dalle banane. Una volta per prendere un topo ho messo il formaggio e niente, poi qualcuno mi h…

Come evitare il furto delle penne bic dalla vostra scrivania

Sempre la stessa storia: quando uno ci dice: "prestami la penna" vuol dire che è andata e tocca spendere soldi per comprarcene un'altra che sicuramente verrà portata via da qualcun altro.

Però c'è un modo per evitare che il furto delle nostre bic ed è questo:

Togliete il refill di una penna rossa e quello di una penna verde e togliete anche i refill di una penna blu e di una penna bera, quindi inserite il refill blu nella penna rossa e il refill nero nella penna verde. E quelli rimanenti nelle penne blu e nere e mettetele da parte.

Perché funziona? Perché di solito le persone non sono interessate alle penne rosse e meno ancora a quelle verdi, quindi le vostre penne rimarranno in santa pace dove devono essere: nel vostro porta penne.




Un altro modo per sensibilizzare i colleghi (magari quelli più religiosi) è quello di usare le parole della Bibbia come nell'immagine: Esodo 20,15: Non rubare.... magari in questo modo qualcuno ci rifletterà e la restituirà.




La curcuma: un vero e proprio farmaco naturale con tanti benefici

Aggiornamento: alla fine del post ho fatto una correzione: dove c'era scritto dovete abbandonare i farmaci ho messo ovviamente la parola NON e quindi non dovete abbandonare i farmaci!!

 La curcuma è una spezia di colore giallo molto apprezzata nei paesi asiatici ed in alcuni paesi del Sudamerica e per certi aspetti è simile allo zafferano con la differenza che proviene da una radice ed ha un sapore e un profumo più intensi.

Il suo ingrediente attivo è la curcumina e diversi studi hanno confermato che si tratta di un antiinfiammatorio naturale. Uno studio condotto da un gruppo di scienziati dell'Università Ludwig-Maximilian in Germania ha dimostrato che la curcumina inibisce la formazione di metastasi e il processo di espansione del cancro.

La curcumina è un polifenolo ben tollerato dall'organismo e può essere usata sia per l'uso profilattico (prevenzione) sia per la soppressione delle metastasi nel caso di un tumore già esistente.

Le cellule tumorali producono citochi…
.