Post

Trattare le macchie di pomodoro.

Immagine
Insaponare bene le macchie sul tessuto con sapone di marsiglia e lasciare in ammollo per 30 minuti, quindi riempire una bacinella con acqua il più fredda possibile e quindi aggiungere dell'alcol rosa o bianco e aceto bianco. Mettere in ammollo per 1 ora (o 1 giornata/notte) e quindi lavare a mano usando un'altro po' di sapone a mano. Se il capo è piccolo potete metterlo in ammollo in una ciotola e portarla in frigo. Se rimangono aloni sui tessuti bianchi/chiari mettere il tessuto insaponato con sapone di marsiglia in lavatrice con aggiunta di 1 cucchiaio di percarbonato (sbiancante all'ossigeno attivo) e lavate i tessuto a 50 gradi (se la vostra lavatrice non ha i 50 gradi come opzione ma solo 60, scegliete questa temperatura solo se il tessuto può essere lavato appunto a 60, altrimenti scegliete 40 gradi).  Osservazioni: potete usare del detersivo per piatti ecologio o bio al posto del sapone, però potrà essere meno efficace. Se non avete del per

Tavoletta in plastica del wc ingiallita. Come smacchiarla e come evitare l'ingiallimento.

Immagine
Certi prodotti per le pulizie possono macchiare i sanitari e soprattutto le parti fatte in plastica come ad esempio le tavoletta del WC. La varecchina e altri prodotti a base di cloro utilizzati spesso come prodotti sbiancanti possono produrre l'effetto contrario contribuendo all' ingiallimento della superficie. Quest'effetto è normalmente il risultato della reazione tra la luce diretta o indiretta e i residui di cloro che inevitabilmente rimangono sui tessuti, superfici in plastica, legno verniciato e oggetti porosi. Anche le alte temperatura o il contato del cloro con altri composti presenti sulle superficie/acqua possono macchiare le superficie.  Come evitare l'ingiallimento? E come candeggiare e disinfettare le superfici del bagno senza l'utilizzo della varechina?  Una soluzione valida consiste nell'utilizzo dell' ossigeno attivo perciò acqua ossigenata da 20, 30 o 40 volumi, candeggina delicata o percarbonato diluito in acqua calda. L'ossigeno at

Come stirare bene le maniche delle camice evitando l'effetto piatto e la formazione della riga laterale.

Immagine
C'è chi deve andare al lavoro con le camice (maschili e femminili) non solo stirate: ma ultra bene stirate.  Un modo per stirare bene le maniche delle camice evitando uno di fare quella grande riga o piega piatta laterale sulla manica, due di appiattire le pieghe del polso, e tre di lasciare lo stampo del bottone del polsino sul tessuto, è quello di inserire un asciugamano arrotolato all'interno della manica.  In questo modo si ottiene una sorta di effetto "3D" o meglio ancora: un effetto camicia nuova o da lavanderia. Dovete prendere un asciugamano, arrotolarlo cercando di lasciarlo più stretto da un lato e più largo dall'altro (con la pratica si fa in un attimo) e quindi inserirlo dentro alla manica. Poi via alla stiratura. 

Macchia di colore dei vestiti su divano in ecopelle:

Immagine
A volte queste macchie sono davvero tenaci e difficili da mandare via. Ecco alcune soluzioni, scegliete una di queste finché non troviate quella giusta a) Aceto bianco+alcol rosa o bianco freddi: mettete in un bicchiere 2 parti di aceto e 1 parte di alcol e quindi in frigorifero per 1 ora. Prendete una spugna leggermente insaponata con detersivo per piatti a mano, versate la miscela e strofinate il divano. Quindi risciacquare con panno umido. Se non va bene provate con aceto bianco caldo ma NON bollente+alcol a temperatura ambiente miscelati in parti uguali. Non dovete mettere l'alcol a riscaldare!!! b) Acqua ossigenata da 40 volumi (quella per colpi di sole)+sapone di marsiglia. Insaponare una spugna e quindi versare un po' di acqua ossigenata. Ammollo per 20 minuti e risciacquo.

Come pulire bene le griglie del forno e le piastre di cottura

Immagine
Per lavare bene le griglie del forno e le piastre avete bisogno di una spugna per piatti, soda solvay (soda da bucato), sapone di marsiglia, aceto bianco o rosso. a) Le griglie : Prendete la spugna inumidita e insaponata con abbondante sapone di marsiglia e cospargetela con della soda solvay. Quindi strofinate la griglia cercando di togliere bene i residui. Spruzzare la spugna con dell'aceto bianco o rosso e strofinate nuovamente la griglia. Aspettare alcuni minuti e lavare. Se i residui sono difficili da togliere potete usare una paglietta d'acciaio per pentole assieme alla spugna. Prendete la paglietta e adagiatela sulla spugna umida, quindi insaponate la spugna+paglietta con sapone e cospargetele con soda solvay. Strofinate le griglie, quindi spruzzate la spugna con dell'aceto bianco o rosso e strofinate nuovamente la griglia. Aspettare alcuni minuti e lavare. Se non avete della soda solvay a casa potete usare il bicarbonato (un po' meno sgrassante

Passo passo per lavarsi i capelli con il sapone

Immagine
Lavarsi i capelli con il sapone è possibile? La prima risposta sarebbe no e per diversi motivi: l'acqua dura, troppo alcalino ecc. Invece per chi vuole fare "questa esperienza" ovvero lavare i capelli con il sapone lo può fare però (achtung!!) dovrà rispettare alcune regole per non ritrovarsi con dei dreadlocks in testa. Ormai sono 3 mesi che sto usando il sapone al posto dello shampoo, quindi credo di poter riportare la mia esperienza personale. Come ho già raccontato io uso la tecnica del co wash ( ho parlato qui ), però a volta i capelli devono essere lavati più in profondità, io ad esempio si solito alterno 2 o 3 lavaggi co wash e 1 con il sapone, però tutto dipende da quanto io li senta sporchi. Quindi questo è il mio passo passo personale per il lavaggio con il sapone vegetale:

Arancia e sapone di marsiglia per allontanare i parassiti delle piante.

Immagine
Se le vostre piante sono sempre invase dagli insetti come affidi, formiche e altri potete usare queste soluzioni combinate per allontanarli: a) Mettete un'arancia svuotata su ogni vaso o pezzo di terreno: prendete un'arancia e svuotatela il più possibile lasciando intatto il guscio. Quindi appoggiate l'arancia e lasciatela ammuffire. La muffa delle arance allontana gli insetti. b) Quindi per rimuovere gli insetti più insistenti preparate una soluzione fatta con acqua distillata e 2 cucchiai di sapone di marsiglia (o altro sapone vegetale) grattugiato o ridotto a poltiglia e mettetela in uno spruzzino da circa 1 litro. Quindi lasciatela in riposo per minimo due giorni. Quindi spruzzate le piante con la soluzione. Il sapone diluito non danneggia le piante ma allontana gli insetti un po' perché scivolano via un po' perché non amano il sapone del sapone. In ogni modo mezz'ora dopo potete spruzzare le piante con solo acqua per lavare via il sapone.