Vivere Verde: un blog dedicato alle soluzioni ecologiche: casa, persona, animali, giardino, salute, benessere, cucina vegana e vegetariana, alimentazione

22 giugno 2017

ABC della coltivazione delle erbe aromatiche: erba cipollina e finocchio selvatico



Erba Cipollina

Le foglie sottili, tubolari, similli a erba, sono usate tutte le volte che si vuo dare alle pietanze un leggero odore di cipolla.
Bulbi esili in cespi numerosi

Tipo: perenne rustico
Altezza e apertura: 15-25x30
Posizione: pieno Sole
Terreno ideale: ben drenato e fertile
Messa a dimora: settembre ad aprile la semina in solchi profondi
Raccolto: per un'ulteriore crescita tagliare spesso a livello del terreno, asportare i fiori non appena compaiono
Moltiplicazione: estirpare e dividere i cespi ogni 3 anni

Finocchio Selvatico

Le foglie del finocchio selvatico che non ha a che fare con l'ortaggio danno un sapore fresco alle pietanze
I semi danno un sapore speciale alle salse
Tipo: perenne
Altezza e apertura: 120x60
Posizione: pieno Sole
Terreno ideale: comune ma ben drenato
Messa a dimora: aprile
Moltiplicazione: nuova seminagione
Segue

Schiarire la pelle macchiata: ricette con olio di neem


Purtroppo la luce solare e altri fattori possono provocare macchie scure sulla pelle oppure causare bruciature.

Come di solito la pelle in questo periodo si presenta più delicata bisogna usare ingredienti dolci sulla pelle per non peggiorare la situazione, meglio evitare le esfoliazioni molto spinte o prodotti molto acidi.

Per preparare una miscela schiarente per il viso avete bisogno di

olio di neem o polvere di neem (se avete l'olio di neem già mischiato con un altro olio potete usare questo direttamente)
olio di vinacciolo o olio di riso come carrier
amido di mais o di riso
acqua (meglio l'acqua di rose)

Come fare:

Mischiare 1 cucchiaino di olio carrier (olio di vinacciolo o olio di riso) e 10 gocce di olio di neem o 1/4 di cucchiaino di polvere di neem (se il vostro olio di neem è già mischiato con altro olio non bisogna fare quest'operazione)
Aggiungere 2 cucchiaini di amido e mischiare
Aggiungere acqua o acqua di rose q.b per omogeneizzare tutto però il preparato non deve diventare troppo duro

Applicare sul viso e lasciare in posa per 15 minuti. Lavare normalmente

Un'altra ricetta molto efficace per schiarire il viso un po' macchiato è questa:

Mischiare 3 gocce di olio di neem o una punta di polvere in 1/2 cucchiaino di olio carrier (vinacciolo, riso, mandrle ecc) questo se il vostro olio non è già mischiato con un carrier
Aggiungere 1 goccia scarsa di pantenolo
Pulire la pelle con acqua di rose e subito dopo applicare la miscela e fare un bel massaggio usando
Non risciacquare
Potete fare quest'operazione durante la sera

Di solito il pantenolo non provoca allergie, meglio non usarlo né puro e nemmeno in grosse quantità, potete comunque testare la miscela applicandola sul polso.

-------------------------------------------------------------------------------------------



Pantenolo La Saponaria
Ordinalo sul Giardino dei Libri




Olio di Neem La Saponaria
Ordinalo sul Giardino dei Libri





Amido di Riso Alkemilla
Ordinalo sul Giardino dei Libri

Segue

19 giugno 2017

ABC della coltivazione delle erbe aromatiche: coriandolo e dragocello


Coriandolo

Le foglioline possono essere usate per condire piatti salati e dolci.

La polvere dei semi hanno un odore gradevole e possono essere ridotti a polvere e utilizzati per profumare e condire le pietanze.

Tipo: annuale rustico
Altezza e Apertura: 45x12
Posizione: soleggiata e riparata
Terreno: drenato e fertile
Messa a dimora: seminare ad aprile in solchi da 0,50 cm e distanziati 30cm
Raccolto: tagliare le ombrelle quando i semi saranno maturi
Moltiplicazione: da seme

Dragoncello o Estragone

Le foglie possono essere usate non solo come condimento ma anche per preparare olio e aceto aromatizzato, magari con un po' di rosmarino o alloro e aglio.

Di inverno le radici possono danneggiarsi soprattutto se il terreno è umido, quindi si dovrebbe ammucchiare cenere o sabbia vicino alla pianta per ripararla.

Tipo: perenne rustico
Altezza e apertura: 60x40
Posizione: in pieno Sole ma riparto in inverno
Terreno: ben drenato e asciutto, ma piuttosto povero
Messa a dimora: piantate le piantine distanziate di 40 cm a marzo
Raccolto: asportare le foglie
Moltiplicazione: divisione di piante già adulte o da talee da punta da prelevare d'estate.

-----------------------------------------------------------------------------------------------------


Erbe Aromatiche e Spezie nell'Orto di Casa di Linda Grey
Ordinalo sul Giardino dei Libri
Segue

16 giugno 2017

Pelle impura e grassa, come asciugarla e purificarla.


Alcune persone hanno la pelle particolarmente grassa e magari anche acneica, altre invece hanno questo problema in alcuni periodi del mese o dell'anno come durante l'estate ad esempio.

Un modo per asciugare profondamente la pelle, i brufoli e trattare l'acne è trattarla con ingredienti purificanti e anti sebo.

Maschera all'argilla per pelli grasse e impure

1/2 cucchiaio di argilla verde ventilata
1/4 di cucchiaio argilla bianca (o meglio ancora l'argilla zeolite) oppure amido di mais (maizena)
3 gocce di OE di timo bianco (opzionale) per 1 cucchiaio scarso della miscella di argille o argilla e maizena

Purificare il viso con un dischetto intriso di acqua di rose, oppure lavare il viso con un sapone delicato (io uso il sapone di aleppo), quindi applicare la maschera e aspettare la completa asciugatura

Lavare normalmente.

La zeolite è anche un buon schiarente.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------





Argilla bianca di Aromoteca
Ordinalo sul Giardino dei Libri


Segue

13 giugno 2017

Per ricordare: evitare la formazione di aloni nella zona ascellare delle camice e maglie bianche


Dovete aggiungere, ad ogni lavaggio dei capi bianchi,un po' di percarbonato di sodio assieme al detersivo da voi scelto: fai da te, biologico o sapone. Il percarbonato elimina il giallore che si accumula in quelle zone.

Altri ingredienti utili per evitare l'ingiallimento sono:

bicarbonato di sodio e sale grosso assieme al detersivo

Pretrattamento utile per eliminare sia le macchie che l'odore:

aceto bianco (bianchi e colorati)
alcol bianco o rosa 
succo di limone o succo di limone+sale fino da cucina

Questo è il nostro appunto  veloce per ricordare.
Segue

Pasta d'estate con erbette e zafferano

Ecco il nostro carissimo collaboratore Veganino!

La ricetta di oggi è una pasta che potete mangiare sia a freddo che caldo, e indovinate!!?? Facilissima da preparare.

Pasta al profumo di Sole


Ingredienti:

pasta (ho usato due tipi diversi)
1 bustina di zafferano
1 spicchio d'aglio grande
olio EV di oliva
2 rametti di origano meglio se fresco
sale a gusto

Schiacciare l'aglio, farlo dorare nell'olio EVO, lasciare in posa  a fiamma spenta per 30 minuti
Riprendere la fiamma e aggiungere le foglie e fiori di 1 rametto di origano.
Aggiungere la bustina di zafferano e mischiare bene
Cuocere la pasta e ripassare nella miscela di olio e spezie
Aggiungere altre foglie e/o fiorn di origano per dare profumo.
Servire.
Segue

12 giugno 2017

Usare le piante tappezzanti come diserbante contro la male erba


Le male erbe possono essere controllate senza farne uso di diserbanti o altri prodotti chimici. Il sistema alternativo consiste nella messa a dimora di piante tappezzanti che impediscono lo sviluppo delle male erbe. Donano anche un aspetto gradevole al giardino

Sono piante che richiedono poche cure.

Se vengono disposte piante tappezzanti vicino degli arbusti decorativi come rose, bisogna concimare in modo spinto.

Questo è un modo ecologico e decorativo di debellare le piante parassiti e instaurare bellezza con le piante originali.

Per voi lascio una tabella delle piante tappezzanti utili per diserbare biologicamente il vostro spazio

Tabella di piante tappezzanti che reagiscono come diserbanti biologici

La tabella sarà messa anche nella nostra pagina Scaricabii


Segue

08 giugno 2017

Rigenerare, igienizzare, deodorare e addolcire la pelle e pelo degli animali con l'argilla


L'argilla verde ventilata è molto utile per mantenere sana la pelle e il pelo dei nostri cani. Le pelle più delicate e/o soggette a dermatite possono rigenerarsi con un vero e proprio bagno di argilla, cosi come fanno gli animali in natura che si immergono naturalmente.

L'argilla è un sequestrante naturale, un rigenerante e un deodorante. Incorpora tutto quello che non è sano come una specie di catalizzatore e pulisce il tessuto.

Come utilizzare:

Prebagno

In realtà sarebbe indicato usare l'argilla prima del bagnetto per poter risciacquarla per bene. In pratica si prepara una crema di argilla e acqua e si spalma sul mantello dell'animale strofinandolo, si lascia agire per alcuni minuti, si risciacqua e si fa il bagno normalmente.

A secco

Strofinare il mantello con argilla verde ventilata asciutta, lasciare agire per alcuni minuti e spazzolare per bene.

Pulizia veloce:

Riempire 1/4 di lavandino con acqua e aggiungere 1/2 cucchiaio di argilla verde ventilata, immergere uno straccio nell'acqua argillosa, strizzate e passare sul cane.

In tutti i casi potete aggiungere qualche goccia di OE di lavanda o OE di timo bianco poiché sono purificanti e aiutano ad allontanare i parassiti. OE di citronella o di eucalipto aiutano a mantenere lontani gli insetti.

Osservazioni:

Conservare l'argilla in un barattolo di vetro trasparente e portare il baratolo sotto la luce solare per una giornata per attivare ulteriormente l'argilla
La preparazione del fango di argilla e acqua deve essere fatta in una ciotola di legno di vetro o di ceramica
Esistono alcune argille che sono attivate al sole e queste sono le migliori.

--------------------------------------------------------------------------------------------



Argilla Argital
Ordinalo sul Giardino dei Libri












Olio essenziale di lavanda Nasoterapia-Hp
Ordinalo sul Giardino dei Libri











Olio essenziale di timo Simplemente Argan
Ordinalo sul Giardino dei Libri
Segue

07 giugno 2017

Quest'estate abbandona una carogna e non un animale!



Inizia l'estate e purtroppo anche gli abbandoni!

Gli irresponsabili che hanno regalato i cuccioli a Natale ora buttano i cani cresciuti come se fossero spazzatura, secondo me la spazzatura mentale questo tipo di gente ne ha nel cervello!

Per non parlare di quelli che abbandonano gli animali anziani o malati!

Quest'estate abbandonate una carogna e non un animale!




Segue

Jolie, la cagnetta degli occhi speciali cerca casa


Forza fans di David Bowie! Perché anche la piccola Jolie ha dei bellissimi occhi molto particolari, e oltre a questa caratteristica lei è una piccoleta davvero dolce nonostante la sofferenza e la denutrizione che ha dovuto subire.
La piccolina ora è in Basilicata ma può essere postate ovunque!!

Io per esperienza personale dico che questi cani che vengono accolti a casa dopo una vita per strada o in canile ci ripagano con un amore proprio enorme! Quindi fattevi avanti

Ti trovi di fronte lei, piccola, denutrita, disidratata... ...e il mondo si ferma.
PICCOLA JOLIE QUANTO AVRAI CAMMINATO, QUANTO AVRAI SOFFERTO?!?
E tutto si ferma in un mondo che non vede, che non sente alcun dolore.
Lei lì a chiedere in silenzio AIUTO, con il suo corpicino scheletrico, con rassegnazione e NESSUNO CHE SI SIA FERMATO.
Ora Jolie è al sicuro! La cureremo e quando sarà pronta cercheremo una casa per lei. Ora deve solo riprendersi e ce la sta mettendo tutta.
Forza Jolie!

2/06/2017 AGGIORNAMENTO Jolie si sta riprendendo.

È dolcissima.
Lei sarà una futura taglia media ed ha circa 3 mesi.
Appena starà bene verrà vaccinata e sarà pronta per essere adottata seguendo procedure preaffido e impegno di sterilizzazione.
Per info 3473526285 ..

Per altre informazioni:

https://www.facebook.com/annamaria.danzi....
Segue

Cagnolina smarrita a Piramide- Roma cercasi i cuccioli


Questa cagnolina è stata trovata per strada, una persona le ha dato assietenza però i cuccioli non sono stati trovati nonostante le persone le abbiano cercato in giro per un bel po' di tempo.

Se qualcuno sa dove si trovano i cuccioli in zona Piramide o limitrofi si prega di avvertire il Canile la Muratella di Roma, oppure inviare una email a: ilblogvivereverde@gmail.com

La cagnolina è stata portata al Canile ieri e verrà curata dal personale veterinario. Se qualcuno la volesse adottare chiamate sempre il Canile.

Purtroppo non ho ancora la matricola della piccola e la inserirò appena l'avrò ma se volete comunque ottenere informazioni chiedete della cagnolina con le mammelle gonfie portate in Canile ieri il 6/7/2017


Canile di Muratella: Via della Magliana, 856 - 00148 Roma (Rm)
canilerifugio.muratella@gmail.com
 Orari LUN - DOM dalle ore 10:00 - 19:00
 Per adozioni LUN - DOM dalle 10:00 - 13:00 e dalle 14:00 - 17:00
 Call Center Numero: 06 98875859
Segue

06 giugno 2017

ABC della coltivazione delle erbe aromatiche: cerfoglio e comino



Cerfoglio
Anthriscus cerofolium

Molto utilizzata nella cucina francese al posto del prezzemolo
Altezza e apertura: 45x30
Posizione: pieno sole, durante l'estate più calda spostare in zona semi ombreggiata
Terreno: tutti
Messa a dimora: semina da febbraio a ottobre in solchi profondi 0,50 cm e a distanza di 0,30cm
Raccolto: tagliare più in basso possibile
Moltiplicazione: da seme

Comino
Carum carvci

Alcuni semi messi in un sacchetto di tessuto e messi nell'acqua di cottura dei cavoli aiutano a neutralizzare gli odori
Tipo: biennale rustico
Altezza e apertura: 45-60x25-30
Posizione: sole
Terreno: drenato
Messa a dimora: seminare ad agosto in solchi di 0,50 cm di profondità e distanza 0,30 cm
Raccolto: quando si desidera
Tagliare le ombrelle quando o frutti cominciano a maturare
Segue

05 giugno 2017

Melanzane all'aglio e erbette.


Ecco il nostro collaboratore per quanto riguarda la cucina e le pietanze vegane, il nostro caro amico Veganino.

La ricetta di oggi è davvero molto semplice da preparare ed è molto indicata per queste calde giornate estive.



Avete bisogno di

1 melanzana
erba cipollina
origano fresco
sale
pepe verde o nero
olio EV di oliva
aceto balsamico
aglio in polvere o  spicchio di aglio schiacciato e tritato

Preparare una salsetta con olio EVO, aceto balsamico, aglio in polvere o schiacciato, sale e pepe tutto a gusto, aggiungere un po' di origano
Tagliare la melanzana a rondelle
Adagiare le melanzane in una padella capiente e girarle ogni tanto
Quando saranno pronte metterle in una ciotola, versare la salsa e mischiare, aggiungere olio EVO se necessario
Aggiungere dell'erba cipollina tagliata non molto finemente
Lasciar riposare a temperatura ambiente per almeno 1 ora.



Suggerimento: accompagnare con pane e/o con olive di gaeta (buonissime!)



Segue

02 giugno 2017

I benefici dell'olio di neem per pelle e capelli


La polvere di neem e l'olio di neem sono molto utili per la cura sia della pelle che dei capelli.

Pelle:

- combatte l'invecchiamento poiché contiene molti antiossidanti e carotenoidi che combattono i radicali liberi. Ricco di acidi grassi e vitamine viene rapidamente assorbito stimolando l'elasticità e quindi la formazione o almeno la riduzione delle linee e rughe già esistenti. Applicare sul palmo della mano e massaggiare il viso facendo movimenti circolari.

- è antisettico, antifungino, purificante e antibatterico quindi calma le irritazioni della pelle, acne, e grasso in eccesso. Può essere usata assieme all'argilla.

- è antimacchia e combatte la pigmentazione esagerata e localizzata della pelle rendendola uniforme.

- ammorbidisce la pelle dei piedi, elimina odori e aiuta a combattere le micosi

-ottimo per evitare la comparsa di smagliature o per migliorare l'aspetto di quelle già esistenti

Capelli:

- Antisettico, combatte forfora e prurito

- promuove la crescita, usare negli impacchi idratanti o prima dello shampoo come prelavaggio

- è un idratante naturale e quindi combatte l'effetto crespo e va usato come spiegato sopra

- combatte i pidocchi, si può usare assieme all'aceto di mele per massaggiare il cuoio capelluto dei bambini, lasciare agire e quindi lavare.

Potete diluire l'olio di neem in olio di mandorle (al 15% ad esempio), oppure diluire la polvere in acqua.
Alcuni oli sono già miscelati con olio carrier, ad esempio l'olio di mandorle.

Segue

31 maggio 2017

Soluzione per allontanare gli insetti dalla terrazza o dal balcone.


L'alcol è una sostanza poco gradita dagli insetti in generale, e quindi può essere un valid repellente contro gli animaletti che possono danneggiare le piante. Le formiche ad esempio allevano gli afidi che di attaccano alla pianta per succhiare le sostanze zuccherine.

In pratica una mia amica mi ha consigliato di lavare la terrazza con alcol non diluito, quindi ho versato l'alcol direttamente sulle piastrelle della terrazza e poi ho passato il mocio, devo dire che ho notato che dopo alcune passate gli insetti sono diminuiti, ogni tanto verso alcol e aceto in parti uguali.

Le piastrelle della mia terrazza sono molto resistenti e possono essere pulite con detersivi, aceto, alcol e altre sostanze non diluite, nel caso di piastrelle più delicate e che si macchiano facilmente si può fare in questo modo: riempire 1/4 di secchio con acqua, e aggiungere 1/2 bicchiere di alcol rosa o bianco. Potete aggiungere anche 1/4 di bicchiere di aceto bianco o rosso.

Non bisogna risciacquare.  Dove vedete che c'è più passaggio di insetti o negli angoli nascosti provate a versare dell'alcol puro, l'odore allontanerà gli animaletti. 

Potete aggiungere alcune gocce di OE di citronella nella bottiglia con alcol per rafforzare la sua proprietà repellente.

Uno spruzzino con alcol e alcune gocce di OE di citronella può aiutare ad allontanare gli insetti dalle paretti.

Un'altro modo per allontanare gli insetti è quello di tamponare la parte esterna dei vasi con un panno bagnato con alcol (mai mettere l'alcol sulla pianta o sulla terra).
Segue

27 maggio 2017

Magliette e camice polo con colore poco resistente: lavaggio anti sbiadimento


Alcune camice/maglietta polo scure e/o colorate hanno la tendenza a perdere il colore molto facilmente, a volte tutta la camicia/maglietta diventa sbiadita, oppure alcune zone perdono colore diventando più chiare rispetto al resto del tessuto.

Per evitare quest'effetto bisogna lavare questo tipo di camicia in un modo diverso dagli altri capi di abbigliamento. Come prima cosa bisogna lavare a freddo e evitare il detersivo il polvere.

Se volete usare il sapone per lavare questi capi potete girarli al rovescio , bagnarli e strofinarli con sapone, oppure preparare del'acqua saponata concentrata* da versare nella pallina del bucato. Altrimenti potete usare un detersivo biologico o ecologico liquido

Al detersivo aggiungete 1 cucchiaio di sale grosso da cucina o 1 misurino piccolo per da 1 a 5 chili di bucato
Aggiungere da 5 a 10 gocce di OE di tea tree se volete disinfettare i capi
Il sale e l'olio vanno versati nella pallina del bucato assieme al detersivo
Scegliere il lavaggio a freddo
Versare dell'aceto di mele puro nella vaschetta dell'ammorbidente oppure diluito con acqua (al 50%)

* Acqua concentrata di sapone:

Prendere una spugna umida e strofinarla con sapone in abbondanza, bagnarla e raccogliere l'acqua saponata, ripetere fino ad ottenere il volume necessario di acqua saponata (potete usare la pallina da bucato come riferimento).
Stendere al rovescio poiché alcune camice sono sensibili anche all'azione del sole e quindi possono scolorirsi
Segue

Lavare a fondo le serrande eliminando terra e sporcizie varie


Passato un determinato periodo di piogge mista terra, le serrande possono accumulare tantissima polvere sulla loro superficie, tanto da diventare difficile togliere tutto quanto con un semplice straccio bagnato.

Per togliere la sporcizia accumulata sulla serranda avete bisogno di

Sapone di marsiglia
Bicarbonato
Acqua e secchio
Spugna da cucina, scopa morbida o spazzola
Aceto bianco o rosso
Stracci

Insaponare una spugna umida (oppure la spazzola o scopa), cospargerla con bicarbonato e strofinare la serranda
Risciacquare con straccio e acqua
Fare un risciacquo finale con uno straccio bagnato con aceto (oppure spruzzare la serranda con aceto e passare lo straccio) e asciugare
Potete fare un ulteriore passaggio strofinando la serranda con uno straccio bagnato con alcol rosa o bianco e asciugare

Segue

Blocchetti di polenta con salsa al peperone

Ciao gente della Terra!

Ecco il nostro amico e collaboratore Veganino pronto a condividere con noi una sua nuova ricetta prima di tornarsene a casa :)

La ricetta di oggi è a base di polenta, ma non una qualsiasi, ma la Polenta Valsugana Rapida ai 5 Cereali e il nostro piatti si chiama:

Blocchetti di polenta con salsa al peperone



Ingredienti:

1 confezione di Polenta Valsugana Rapida ai 5 cereali

5 peperoni
1 cipolla rossa piccola
1 spicchio d'aglio
Olio EV di oliva
Sale
Tabasco rosso
10 foglie di alloro
zucchero
Triplo concentrato di pomodoro
Passata di pomodoro
Acqua.

Preparare la polenta seguendo le istruzioni
Versare la polenta su una forma rettangolare, lasciar raffreddare e tagliare i quadrettini


Preparare la salsa di peperone:

Tagliare cipolla e peperoni a pezzettini e frullare tutto quando insieme a due cucchiai di olio EVO fino ad ottenere una crema.
Imbiondire uno spicchio d'aglio e una foglia di alloro in un po' d'olio EVO
Aggiungere la crema di peperone appena frullata e girare per 2 minuti circa
Versare 500ml di salsa di pomodoro più 1 cucchiaio di concentrato di pomodoro
Mischiare, aspettare 1 minuto e aggiungere 3 bicchieri d'acqua
Aggiungere sale a gusto, 1 pizzico di zucchero, 1 cucchiaino di tabasco rosso e le foglie di alloro tritate
Cuocere a fiamma media fino ad ottenere una salsa densa ma non asciutta.
Usare la salsa per accompagnare i quadrettini di polenta.



Segue

25 maggio 2017

Tabella per il controllo giornaliero e mensile del consumo del gas.


Sapete quanto gas consumate ogni giorno? Oppure ogni mese?

Fare una tabella su EXCEL aiuta moltissimo perché a fine mese potete fare un'idea precisa della quantità di gas da voi consumata. Oltre al grafico potete fare un grafico per capire il quanto oscilla il consumo del gas durante il mese.

Ho preparato una tabella molto semplice che servirà per scrivere il valore della lettura del contattore e automaticamente verrà calcolato il consumo. Voi dovete scrivere l'ora e ancora sopra il mese.

Troverete la casella (ultima lettura del mese scorso) e accanto dovete scrivere l'ultima lettura del mese precedente per fare i calcoli del primo giorno del mese.

Il grafico serve per dare un'idea visiva, se oscilla troppo vuol dire che c'è una grossa variazione del volume, oppure se va molto in alto vuol dire che il consumo è alto.


Guardate le due celle in giallo: la colonna del consumo fa i calcoli secondo i dati scritti nella colonna della lettura, come nel modello non è stato inserito il consumo del giorno quattro non ci sono numeri da sottrarre e quindi riprende il valore della lettura del  giorno precedente in attesa della misura del giorno quattro.

Il grafico accanto ci dice che nei giorni 1,2 e 3 c'è stato un consumo costante e che nel 4 il consumo è alto, ma questo perché non abbiamo fatto ancora la lettura del giorno quattro.

Alla fine del mese otterrete un quadro generale del vostro consumo, se bisogna risparmiare e quindi diminuire il consumo ecc.

Cosa dovete scrivere? Ultima lettura (dell'ultimo giorno del mese successivo), la lettura, l'ora (di preferenza sempre il più possibile la stessa)

Il link per scaricare la tabella è questo

Oppure andate sulla nostra pagina stampare nel Menu!


Segue

23 maggio 2017

Ricetta vegana: Asparagi all'alloro

Ciao amici, ecco il nostro piccolo amico con una nuova ricetta facile e velocissima da preparare :)
Ormai il nostro collaboratore ci ha insegnato che con le verdurine è possibile realizzare tantissimi piatti interessanti e gustosi.

Il piatto di oggi é:

ASPARAGI ALL'ALLORO



Ingredienti:

2 mazzi di asparagi
4 spicchi d'aglio
10 foglie di alloro
olio EV di oliva
sale
pepe (opzionale)

Preparazione:

Schiacciare gli spicchi d'aglio
Tagliare l'alloro a pezzettini o tritare
Adagiare gli asparagi su una forma coperta con della carta da forno
Schiacciare la parte finale più dura degli asparagi usando un pestello (eliminare soltanto circa due cm della loro parte finale).
Mettere un po' di aglio sugli asparagi, coprire con l'alloro
Usare un po' di sale e pepe a gusto
Versare un un po' di olio EV di oliva sugli asparagi
Inserire in forno pre riscaldato a 180 gradi per circa 20 minuti
Segue

Powered By Blogger | Template Created By Lord HTML