CHI CERCA TROVA

16 marzo 2017

Sgrassare e smacchiare le federe sporche di oli, crema e maschere per i capelli



Molte persone usano oli, crema e altri ingredienti molto spesso abbastanza grassi sui capelli, e prima di andare a dormire e dunque succede spesso di sporcare le federe e non riuscire a sgrassarle e smacchiarle a fondo con un normale lavaggio.

Alcuni  passo passo molto utili per trattare le federe grasse e macchiate sono i seguenti:

Metodo a più passaggi:

  • Bagnare la federa e strofinare con sapone di marsiglia o sapone Alga, soda solvay e sale fino da cucina
  • Lasciare in posa per 30 minuti o di più e risciacquare a mano o in lavatrice a freddo
  • Mettere la federa in ammollo in acqua bollente, sale grosso in abbondanza, soda solvay e alcune pezzi di sapone di marsiglia o sapone Alga. Se la federa è bianca aggiungere 1 cucchiaio di percarbonato di sodio o acqua ossigenata 40 volumi o candeggina delicata.
  • Chiudere la bacinella con panno o pellicola e lasciare in ammollo per 1 giornata
  • Lavare a mano o in lavatrice con un po' di aceto bianco o di mele
Se la macchia persiste strofinare il tessuto con sapone e acqua ossigenata 40 volume nel caso del bianchi o sapone e sale grosso nel caso dei colorati e lasciare in ammollo per 1 settimana.
Metodo Veloce in lavatrice:

Essendo veloce può non bastare però funziona in molti casi:
  • Inserire la federa in lavatrice e nella pallina de bucato aggiungere il vostro detersivo fai da te o il detersivo per il bucato biologico. Ricordo sempre che potete usare sia dell'acqua saponata preparata con sapone di marsiglia o sapone Alga (semplicemente saturando una spugna con acqua e sapone in abbondanza e quindi strizzandola), oppure della pasta di marsiglia.
  • Aggiungere anche :
Per i colorati: sale in abbondanza, bicarbonato e soda solvay. Lavaggio a 30 o 40 gradi
Per i bianchi: sale, percarbonato, bicarbonato e soda solvay. Lavaggio a 50 gradi

Usare aceto bianco o di mele al posto dell'ammorbidente.

Metodo dell'aceto:
  • Lasciare la federa in ammollo in acqua bollente, un bel po' aceto bianco (non di mele), sale grosso in abbondanza e succo di limone (1/2 per litro d'acqua).
  • Coprire la bacinella con panno o pellicola e lasciare in ammollo per 1 giornata
  • Lavare in lavatrice con detersivo fai da te o detersivo bio per il bucato e aggiungere:
Per i colorati: sale in abbondanza, bicarbonato e soda solvay. Lavaggio a 30 o 40 gradi
Per i bianchi: sale, percarbonato, bicarbonato e soda solvay. Lavaggio a 50 gradi

Metodo del Sapone:
  • Strofinare la federa con sapone di marsiglia e soda da bucato
  • Lasciare in posa per 1 giornata
  • Lavare in lavatrice:
Per i colorati: sale in abbondanza, bicarbonato e soda solvay. Lavaggio a 30 o 40 gradi
Per i bianchi: sale, percarbonato, bicarbonato e soda solvay. Lavaggio a 50 gradi




Segue

Ricetta del giorno: Carciofo Lisbona.

Ecco il nostro amico Veganino che tra l'altro ormai è diventato il nostro collaboratore, e oggi appunto lui ha deciso di condividere con noi la sua ricetta a base di carciofi.


CARCIOFO LISBONA

Questa ricetta è stata ispirata ad alcune preparazioni portoghese che prevedono l'uso di certe verdure a strati.

Ci sono due modi di procedere: lasciare le verdure di fondo (tutte tranne il carciofo), il più possibile nella loro forma originale, oppure farle molto morbide e volendo ridurle a una crema.

Ingredienti:

4 carciofi
3 spicchi d'aglio
3 scalogni
olio EV di oliva
6 pomodori di tipo oblungo con un rosso solo accennato
4 patate
200 gr di olive verdi dolci o nere
1 cucchiaio di prezzemolo
sale e pepe a gusto


PREPARAZIONE VELOCE: indicata se si vogliono le verdure morbidissime o a crema

Se volete una preparazione veloce dovete usare la pentola a pressione
Tagliare le patate e i pomodori a rondelle
Le olive se sono molto grandi vanno tagliate a metà
Tagliare lo scagliogno a fette verticali
Schiacciare l'aglio e metterlo in pentola con due dita di olio EV
Soffriggere e aggiungere i carciofi lavati e trattati con limone, vanno messo con la "testa" in giù e gambi in su.
Friggere per circa 5 minuti a fiamma media
Aggiungere 1 scalogno, aspettare alcuni minuto e aggiungere le patate, un po' di prezzemolo, metà della quantità di olive, sale e pepe
Aggiungere i pomodori, il prezzemolo, altro scalogno, olive sale e pepe
Lasciare andare la cottura per 5 minuti
Aggiungere 1/2 bicchiere d'acqua e fare andare la cottura per 5 minuti dopo il raggiungimento della pressione.

PREPARAZIONE LENTA: indicata se si vuole che le verdure restino integre

Come sopra con la differenza che si fa in pentola normale aggiungendo acqua finché non è tutto cotto, di solito dopo una ventina di minuti.

Potete usare la cipolla rossa al posto dello scalogno.




Segue

10 marzo 2017

Arturo abbandonato due volte! Ha smesso di mangiare. Adozione del cuore.


Ho visto l'annuncio di questo cucciolone e sinceramente mi ha spezzato il cuore.

Questo povera creatura è stata salvata dalla strada, vissuto in famiglia e poi riportato in Canile perchè (la famiglia non può occuparsi di lui) ok ok ok... non voglio giudicare!


ARTURO DISPERATO : DA UNA CASA AL BOX…AIUTIAMOLO!!

 Arturo è stato trovato cucciolo, non aveva ancora due mesi; all ’inizio è stato fortunato, raccolto dalla strada insieme ai fratelli è stato preso in carico da volontari che lo hanno accudito e amato.

Poi adottato da una famiglia, dove ha vissuto per oltre un anno; ma la sua famiglia non può più occuparsene e così per lui si aprirà la porta di un box, una realtà che lui non ha mai conosciuto.

Solo vedendo queste scene, si può capire cosa prova un essere senziente a passare dal calore di una casa ad un box di un canile.

 Il cane si dispera non capisce il perché di questa punizione, spesso all ’ inizio rifiuta persino il cibo , poi si rassegna e passa le giornate a fissare la porta , aspettare che la famiglia lo venga a riprendere.... ma la famiglia che lui ha amato non lo riprenderà.

 Per noi tutti i cani sono uguali e tutti si meritano una casa , ma per Arturo facciamo un appello speciale , evitiamogli questo dolore.
Vi saprà ricompensare con la sua eterna gratitudine…. è un cucciolone di meno di 18 mesi, taglia media 25 chili, sterilizzato vaccinato e microchippato.

Per info: 3272018759-3404036345-3477169048
Segue

Pasta inganna bambini.

Ecco il nostro amico Veganino, oggi lui non è venuto da noi per cucinare ma per imparare una ricetta che di solito faccio a casa mia soprattutto quando vengono i miei nipoti.

Diciamo che a volte è difficile far capire ai bambini che è importante mangiare i vegetali, che sono buoni e gustosi e che non esistono soltanto le patatine fritte, soprattutto quando i genitori sono i primi che non mangiano le verdure, oppure si fermano alla solita verdura ripassata con aglio e olio. Sappiamo che i bimbi si ispirano molto al comportamento dei genitori e se loro sono i primi a non avere una buona educazione alimentare diventa difficile far con che i bimbi si abituino a sapori diversi.

Quindi quando portano il bimbo abituato a mangiare le solite cose e quindi deve andare da zia per mangiare le verdurine (perché a casa non si va oltre alla verdura bollita), allora bisogna inventarsi qualcosa.

Diciamo che quasi tutti i bambini apprezzano la pasta con tonno e dunque ho cercato di crere una ricetta che si avvicinassi il più possibile alla classica pasta con tonno però utilizzando il seitan e più una miscela di erbe e condimenti per richiamare il gusto del piatto classico. Diciamo che il trucco ha funzionato e in realtà la mangiano volentieri anche gli adulti allergici alle verdure, e quindi la chiamo la pasta dell'inganno.

Oggi Veganino che ha già imparato la ricetta vi spiegherà come si fa, però con un appunto: lui spiegherà la ricetta fatta per i grandi e metterà un asterisco su quegli ingredienti non indicati per i bimbi e quindi eliminati.

Ingredienti:

250-300 gr seitan naturale
1 cucchiaio di salsa di soya
2 cucchiai circa di foglie fresche di origano
1 spicchio d'aglio
1 cucchiaio di succo di limone concentrato
2 fili di erba cipollina
1 cucchiaino di prezzemolo
1 cucchiaio scarso di olio di sesamo
1 cucchiaio di olio EV di oliva
1 barattolo di salsa di pomodoro con pomodorini
sale a gusto
pepe nero  a gusto o 1 peperoncino rosso piccolo*
Vino bianco*

Come prima cosa bisogna sminuzzare il seitan però facendo anche alcuni cubettini per dare l'aspetto del tonno
Versare l'olio EV di oliva in padella e rosolare l'spicchio d'aglio con 1 cucchiaio  schiacciato quindi scartare

A fiamma dolce:

Versare 1 cucchiaio di foglie di origano in padella e ripassare leggermente per rilasciare il sapone
Aggiungere il seitan e rosolare
Aggiungere il succo di limone concentrato e mischiare
Aggiungere le altre erbe tranne il cucchiaio di origano, il sale e il pepe
Aggiungere 1/4 di bicchiere di vino bianco e lasciar sfumare un po'
Aggiungere il pomodoro e la salsa di soya, girare, coprire completamente con acqua e cuocere a fiamma media.
Quando il sugo sarà quasi pronto, cioè abbastanza ridotto aggiungere l'olio di sesamo e le foglie fresche di origano, mischiare.
Lasciar riposare per 5 minuti, quindi versare la pasta e ripassare.


Segue

03 marzo 2017

Rallentare l'invecchiamento: Alimenti che stimolano la sintesi di collagene

Il collagene è quella sostanza che da sostegno alla pelle, al momento che inizia a deteriorarsi la pelle assume un aspetto sempre più invecchiato. La perdita del collagene è un processo naturale ma può essere rallentato se prendiamo cura della nostra alimentazione.

Gli alimenti ideali per stimolare la sintesi del collagene sono:

a) Alimenti ricchi di vitamina C: la vitamina C è una delle più importanti per la produzione di collagene, se non consumiamo abbastanza vitamina C la pelle tenderà a diventare sempre più segnata e flaccida. Quindi via agli agrumi, bacche di golgi, broccoli, fragole, frutti di bosco, ananas, avocado, asparagi, melanzana, barbabietola, cavoli, kiwi, mela, mango, pomodori ecc.

b) Alimenti ricchi di omega 3, 6 e 9: semi di lino, semi di chia, semi di canapa, noci, frutta secca, spinaci, zucca, cavolo fiore, riso integrale, mango, tofu, semi di sesamo, spirulina, semi di zucca

c) Tisane: tè verde, mirtillo, more, foglie di ulivo, tè bianco, ibisco.

Il fumo e l'alcol invece distruggono il collagene e accelerano l'invecchiamento della pelle, soprattutto dopo i 25 anni.

Non dimenticare di idratare l'organismo
Segue

01 marzo 2017

Primo lavaggio dei capi scuri o con diverse tonalità di colore.


Alcuni capi di abbigliamento rilasciano colore durante il primo e il secondo lavaggio e questo accade perché alcune volte il colorante viene applicato in eccesso o non aderisce bene al tessuto.

Per evitare che questo colorante vada a macchiare altri capi oppure macchiare le parti non colorate del vestiti (vestiti nero e bianco, nero e pastello, blu e bianco ecc), allora consiglio di fare il primo lavaggio in questo modo:

In lavatrice:

Mettere il capo nel cestello e in una pallina da bucato versare il detersivo liquido biologico o ecocompatibile che usate di solito, o un po' di sapone previamente sciolto in acqua + un misurino di sale grosso.
Avviare il lavaggio a freddo o al massimo a 30 gradi
Usare aceto bianco o aceto di mele non diluito al posto dell'ammorbidente

A mano

Sciogliere un po' di sapone in acqua fino a quando questa diventerà biancastra
Aggiungere 1 o 2 misurini di sale grosso.
Immergere il tessuto previamente bagnato in acqua fredda
Lasciare in ammollo per 15 minuti
Risciacquare leggermente con acqua fredda o leggermente tiepida, e mettere in ammollo in acqua e aceto (20 ml per litro d'acqua fredda)
Ammollo per 15 minuti
Risciacquare con acqua fredda o al massimo tiepida

Se il capo di abbigliamento è nero o blu scuro potete lavarlo con altri capi rigorosamente neri o blu molto scuro.
Segue

Tanaceto: repellente naturale contro diversi parassiti.


Il tanaceto (Tanacetum vulgare) è una pianta con rizoma strisciante e fusti eretti, robusti e angolosi, le foglie inferiori sono sessili, ogni foglia ha due file di lobi allungati e dentati.

Diffusissimo in quasi tutta Italia, tranne che in certi punti della Sardegna.

Forma capolini gialli intensi e ogni capolino è discoidale circondato da un anello di brattee ovali.

Sono piante molto comuni nei luoghi incolti e umidi e soprattutto su terreni calcarei.

In Francia veniva usata per dare sapore ad alcune pietanze.

La tisana è un potente vermifugo poiché contiene tujone però questo composto è tossico se usato in eccesso, le dosi consigliate sono di 2mg/200 ml di acqua e per un massimo di cinque giorni. Anche la salvia contiene questo composto e infatti le donne in gravidanza non devono consumare queste erbe aromatiche. Non è indicato per chi soffre di ulcera o gastrite.

Un modo molto interessante di usare questa pianta,  secondo me, è come antimicrobico e antiparassitario naturale.

Potete preparare un antiparassitario per le piante preparando una tisana concentrata di taraceto e quindi spruzzare sulle piante e terreno per debellare l'invasione di afidi, larve, ragnetti e altri. Inoltre la tisana o i fiori spezzettati sono un repellente contro i topi che non la mangiano ma scappano perché non amano il loro odore. Ottimo repellente anche contro blatte e mosche.

Un sacchettino fatto con fiori spezzettati e messo negli armadi, cassetti e librerie allontana le tarme, potete aggiungerci anche dei gessetti scolastici per contrastare l'umidità negli armadi. Va bene anche l'aggiunta di foglie e fiori di lavanda.

Potete preparare ottimi repellenti per la casa lasciando macerare un pugno di piante in 1 litro di alcol o aceto. Quando dovete pulire la casa aggiungete questo alcol o aceto al taraceto nell'acqua del secchio o usatelo puro per pulire le superfici. Più è lungo il tempo di macerazione e meglio è.

Articolo a scopo informativo e non ha valore medico, nutrizionale o medicinale




Segue

28 febbraio 2017

5 tisane efficaci per avere una pancia piatta


Pian piano le giornate si allungano e le persone pensano già a mettersi in forma per l'estate che verrà. Esistono alcune tisane che possono dare un aiutino per sgonfiare la pancia più velocemente.

Tè Verde

Accelera il metabolismo e possiede antiossidanti e minerali.
Bisogna usare le foglie essiccate e lasciare in posa per una quindicina di minuti. Sarebbe meglio non aggiungere zucchero ma se proprio volete aggiungere una nota dolce potete usare lo zucchero grezzo o la stevia

Tisana di Menta e Limone

Foglie fresche e un pezzettino di limone.

La menta migliora il processo digerente facendo con che l'organismo sia in grado di eliminare grassi e tossine più efficacemente.
Il limone ha un effetto termogenico adatto all'eliminazione del grasso in eccesso

 Tisana all'ibisco (karkadè)

Antiossidante, diuretico, brucia grassi in eccesso soprattutto sulla zona della pancia e fianchi
In questo caso potete usare le solite bustine da tè

Tisana allo zenzero e finocchio

Termogenico aiuta a bruciare grassi più facilmente, il finocchio aiuta a regolarizzare l'intestino.

Tisana alle foglie di ulivo

Termogenico aiuta a bruciare grassi più velocemente.

Le tisane non sostituiscono un'alimentazione sana e esercizi fisici ma potenzializza i loro benefici.




Segue

27 febbraio 2017

Fai un gesto d'amore: adotta un animale dal canile


Nei canili d'Italia e non solo si trova un esercito di cani, gatti e altri animali che hanno un gran bisogno di una casa e una famiglia.

Vivono in box, mangiano quando c'è da mangiare e a volte vivono in condizioni davvero estreme, tanto che spesso vediamo notizie di denunce di maltrattamento contro i poveri animali.

Fai la cosa giusta, non comprare! Andate in un canile e scegliete il vostro amico. Per me un cane vale altro perché questa cosa di razza è una delle ennesime "fisse" create dall'essere umano, però c'è da dire che nei canili è possibile trovare cani di razza pura buttati fuori casa perché non riescono a cacciare, a fare la guardia, a vivere in condizioni estreme e restare comunque educato, insomma i motivi per scaricare i cani sono tanti poiché il numero di irresponsabili è altrettanto alto.

Andate a sbirciare la nostra SEZIONE ADOZIONI nel menù del blog, ho messo tanti nuovi annunci!!

Ringrazio tutte le persone che hanno adottato alcuni cani che avevo inserito, non so se li avete visto qui ma non importa, quello che mi fa felice è che ora sono al sicuro in una casa :)

Adottare e non comprare! 
Segue

Setter Inglese bellissimo trovato a Roma cerca famiglia

Matricola: 1896/16

Setter inglese maschio di nove anni trovato in Via Chiabrera Roma e portato in canile il 10 ottobre 2016.

In ricerca di microchip. Lord ha 9 anni, esteticamente è molto bello, ha tutte le caratteristiche della sua razza, sicuramente è stato abbandonato perché non serviva più e così si è ritrovato in una gabbia.

È un cane molto socievole, proiettato sulle persone, delle quali mostra sempre di gradire le coccole, è molto goloso e nonostante la sua età è un cane molto vivace, gli piace correre e fare lunghe passeggiate.

Sembra essere compatibile sia con i maschi che con le femmine. Da valutare con i gatti.

Contattare: Canile Comunale Muratella, via della Magliana 856, Roma.

Aperto al pubblico dal lunedì al venerdì dalle ore 10 alle ore 17 e il sabato dalle ore 10 alle ore 13.

Per info,

UFFICIO ADOZIONI Cel.: 349/3686973
E-mail: adozioni@iolibero.org

Le informazioni su indole e comportamento dei cani e gatti presenti nelle schede e/o nei commenti dell’appello sono soltanto indicative ed hanno il solo scopo di corredare la storia e le fotografie con dettagli aggiuntivi.

Le informazioni dettagliate su indole, comportamento e salute degli animali, nonchè la necessaria consulenza per un corretto inserimento dell’animale prescelto nel nuovo contesto, verranno fornite dal personale competente al momento della adozione.
Segue

La ricetta di Veganino: Seitan in salsa bem bom.


Oggi il nostro piccolo amico Veganino torna da noi per condividere sua una ricetta di ispirazione portoghese, sì perché lui è andato a fare un giro da quelle parti e ha imparato a fare qualche piatto lì da loro, ovviamente lui ha adattato la ricetta i suoi gusti vegani. Sapiamo che il nostro amico ama non solo la cucina del pianeta Terra ma anche gli animali del nostro pianeta e appunto ha deciso che loro non sono cibo ma amici!

Veganino che ricetta hai per noi oggi?

Seitan in salsa bem bom



Avete bisogno:

250 gr di seitan naturale
Pomodori o passata di pomodoro con pomodori a filetto
zucchero di canna
mezzo limone
cannella
peperoncino rosso
1 cucchiaio di prezzemolo

cipolla rossa
mezzo peperone o 1 peperone piccolo
2 cucchiai di olio EV di oliva
riso basmati o thai
                                             acqua

Preparazione:

Tagliare il seitan a strisce
Tagliare le cipolle a strisce o a cubetti
Tagliare il peperone a strisce
Tritare il prezzemolo
Versare l'olio e la cipolla in padella e soffriggere a fiamma dolce
Aggiungere il prezzemolo, il seitan e il peperone
Girare e mescolare
Aggiungere mezzo bicchiere di acqua
Aggiungere i pomodori (circa 20 pomodorini o 5 pomodori rossi grandi maturi) o un barattolo di passata di pomodoro con pomodori a filetti. Potete aggiungere altri pomodori se volete.
Girare e mescolare
Coprire con acqua
Aggiungere il succo di mezzo limone, un pizzico di cannella, mezzo cucchiaino di zucchero di canna, sale a gusto e peperoncino.
Lasciare asciugare la salsa ma non completamente

Preparare il riso basmati che farà da contorno

Se non amate molto il piccante potete usare le frigitelli (2 o 3)  o il tabasco al posto del peperoncino.


Segue

Rimedio post sbornia: gli spazzini che puliscono l'organismo velocemente


Non si dovrebbe fare ma ahimè si sa, a volte qualcuno alza troppo il gomito, l'alcol scorre a fiume, e il giorno dopo fegato, stomaco, intestino e testa si ribellano tutti insieme.

C'è chi si sente male per tutta la giornata e si riduce ad un vecchio straccio.

Per liberarsi velocemente delle tossine che generano tutti gli effetti fastidiosi del dopo sbornia e cercare di rimettersi subito in forma facendo sparire i malori allo stomaco, fegato, testa e intestino non c'è un rimedio migliore dell'argilla.

L'argilla più indicata è la zeolite però anche l'argilla verde ventilata va benissimo.

Dovete ingoiare 1 cucchiaino di argilla verde o zeolite, potete metterla sulla lingua e mandarla giù.

Alcune persone non riescono a mangiarla cosi e quindi si può preparare un bicchiere di spremuta di arancia o limone, aggiungere 1 cucchiaino di argilla, mischiare bene e bere subito perché l'argilla tende a precipitare velocemente. restando nel bicchiere. Comunque è sempre meglio metterla sulla lingua.

Spesso la reazione può essere abbastanza violenta ma è normale, non bisogna spaventarsi! L'argilla agisce come tanti spazzini che puliscono contemporaneamente e velocemente tutta la "spazzatura" accumulata, e quindi l'organismo tenderà a buttare fuori subito tutto quello che non serve, e si può avvertire mal di pancia e/o vomito che servono a espellere le scorie visto che sono proprio queste che producono gli effetti del post sbornia.

Però la rapida liberazione delle scorie di solito il soggetto si sentirà più leggero e potrà capitare di avere sonno, si farà una bella dormita e si sveglierà come nuovo.

Quindi la conclusione è che se siete intenzionati a darvi all'alcol acquistate l'argilla verde ventilata magari attivata al Sole, oppure la zeolite e prendetela il giorno dopo se vi sentite male!

Però ricordiamo che se l'alcolismo diventa un'abitudine non c'è argilla che possa salvare, l'organismo si deteriora, invecchia, e va incontro a tutti i problemi di salute che derivano dal brutto vizio dell'alcol. E ricordate che se bevete tornate a casa con il tassi, oppure chiedete all'amico astemio di portarvi a casa. Non mettete in rischio la vita degli altri!
Segue

23 febbraio 2017

Prunella vulgaris, una pianta con tantissimi usi medicinali.



La Prunella o Brunella (Prunella vulgaris L.)  è una pianta spontanea in Europa, China e Nord America. È una pianta perenne, erbacea, eretta dalle dimensioni ridotte, appartenente alla famiglia delle Lamiaceae.

È facile trovarla nelle praterie montane e terreni da pascolo da 0 a 2000 metri. Passeggiando nel Bosco potete trovare tanti fiorellini nel periodo che va da aprile ad ottobre.

I fiori sono in realtà infiorescenze e quindi spesso la Prunella ha una forma "spelacchiata"


Il fiore di Prunella ha una forma che secondo molti assomiglia ad una gola con le ghiandole gonfie e infatti i fiori sono indicati per curare le malattie alla gola. L'aspetto è dato dalla base dell'infiorescenza dove è presente una copie di brattee reniformi (e infatti è un ottimo rimedio per i reni).

La Prunella contiene tanini, flavonoidi, saponine, antiossidanti, oli, vitamina C ecc

Alcuni effetti benefici di questa pianta:

Astringente
Antiallergica
Antibiotica
Antiossidante
Diuretica
Rinvigorente
Tonica
Protettiva per il fegato
Antibatterica
Vermifuga

Efficace contro:

Diabete
Diarrea
Flusso mestruale intenso
Infiammazione intestinale
Colite
Problemi digestivi legati al fegato
Stimola il sistema immunitario aiutandolo a combattere malattie compreso il cancro.
Protegge il sistema escretore aiutando l'organismo ad eliminare tossine
Riduce l'eccesso di acido urico
Combatte i calcoli renali
Combatte il mal di testa
Combatte la sensibilità alla luce
Combatte l'ipertensione
Gola infiammata (tisana o soluzione gargarismo)
Alito cattivo
Gengive sensibili e/o sanguinanti
Ferite (accelera la cicatrizzazione)
Lesioni
Ustioni
Emorroidi
Vene varicose
Ulcera
Gastrite
Morbo di Crohn
Herpes

Ci sono alcuni studi in corso che indicano che la Prunella induce le cellule cancerogene all'apoptose, cioè la morte cellulare uccidendo le cellule tumorali.

Consumo:
Foglie e fiori in insalata oppure la tisana fatta con fiori e foglie
Per gargarismi e applicazioni sulla pelle: la tisana concentrata
Vanno bene anche i cataplasmi fatti con argilla verde e tisana concentrata, anche per lavare il cavo orale.
Si può anche preparare una tisana e aggiungere 1 cucchiaino di argilla verde ventilata, lasciar precipitare l'argilla e bere la tisana. Questo è un ottimo rimedio per problemi all'apparato digerente e urinario.

Coltivazione a casa:

Tutto sommato è facile da coltivare, io ho acquistato i semi e li ho piantati in un vasetto. Sono molto resistenti al freddo e al Sole anche se è meglio non esporle al Sole cuocente. I semi ci mettono una vita per "farsi vivi", però una volta che la piantina è visibile cresce che è una meraviglia. Ricordiamo che la pianta non raggiunge grandi altezze.

In fase di Luna Nuova e vicino alla primavera la trapianterò in uno spazio più adatto.

Alcuni studi scientifici che riguardano la Prunella:

Cancro:
http://bmccomplementalternmed.biomedcentral.com...

Diabete:

http://apjcn.nhri.org.tw/server...

Segue

7 ricette di bellezza a base di l'aceto di mele


L'aceto di mele è un antiinfiammatorio naturale e possiede molti importanti elementi come enzimi, sali minerali, vitamine, amminoacidi, betacarotene e pectina.

L'aceto di mele non è soltanto un ottimo ingrediente da usare in cucina  o come indichiamo spesso, per le pulizie, ma può essere usato per rendere pelle e capelli più belli.

Ecco alcune ricette di cosmetici fai da te facilissime da preparare e tutte a base di aceto di mele.

a) Capelli più lucidi:

Risciacquo finale con 1 litro d'acqua tiepida e 1 cucchiaio di aceto.

b) Smacchiare la pelle

L'aceto di mele combatte le macchie scure sul viso e aiuta a renderlo più chiaro e uniforme
Tagliare una cipolla bianca a pezzettini e frullarla assieme ad una certa quantità di aceto sufficiente per coprirla completamente. Lasciare in posa per 24 ore.
Ogni giorno prendere una certa quantità del preparato per strofinare il viso e lasciare in posa per alcuni minuti.
Fare il trattamento ogni giorno per 7 giorni consecutivi

Pelle più sensibile:

Aggiungere 1/2 bicchiere di acqua, mischiare e filtrare il contenuto.
Usare l'acqua ottenuta al posto del preparato.

c) Sfogliare e schiarire la pelle

Mischiare 1 cucchiai di aceto di mele a 2 o 3 fragole molto mature fino ad ottenere una miscela omogenea, applicare sul viso, mani, collo o altre zone che volete schiarire.
Lasciare in posa per 10 minuti e risciacquare.

d) Piedi screpolati

Mischiare in parti uguali aceto di mele e olio EV di oliva, applicare sulla pelle dei piedi e coprirli con dei calzini spessi. Lasciare in posa per alcuni minuti o ore, lavare normalmente e applicare una crema.

e)Pediluvio disinfettante

Bacinella con acqua tiepida, 50 ml di aceto per 1 litro d'acqua, 1 cucchiaino di sale fino per litro d'acqua, 5 gocce di OE di tea tree o timo (opzionale ma molto indicato). Lasciare i piedi in ammollo per 30 minuti, quindi risciacquare.

f) Capelli molto porosi:

In una ciotolina mischiare: crema per capelli (quella che avete a casa), olio EV di oliva o altro olio vegetale ad esempio argan, macadamia, mandorle, jojoba ecc, e 1 cucchiaio di aceto per ogni 2 cucchiai di miscela. Applicare sui capelli umidi, coprire con una cuffia per la doccia e lasciare in posa per 30 minuti. L'aceto assieme agli altri ingredienti combatte la porosità e rende i capelli più nutriti e luminosi.


g) Macchia lasciata da acne:

Mischiare succo biologico di aloe vera e aceto di mele (1 cucchiaino di aceto di mele per cucchiaio di succo), bagnare un pezzo di cotone e tamponare la macchia. Lasciare in posa per alcuni minuti. Farlo ogni giorno.

In tutti i casi: non esporsi al sole mentre la miscela è in posa sulla pelle!
Segue

22 febbraio 2017

Riciclare i barattoli di latta: vasetti per piante appendibili decorati con la tecnica dell'uncinetto





A voi piacciono le piante? Sapete fare l'uncinetto? Avete dei barattoli di latta a casa?

Se la risposta è sì allora prendete una lattina, lavatela, asciugatela, quindi riempitela con terriccio e qualche seme o piantina piccolina, e per ultimo mettetela dentro ad un bel cestino fatto all'uncinetto.

La base del cestino va fatta lasciando 2 dita di spazio in più oltre la lattina e quindi si sviluppa il cestino in verticale, ho usato un filo abbastanza spesso per riuscire ad avere un cestino abbastanza rigido.

Questa piccola e semplice decorazione può essere usata per decorare sia la cucina che il giardino, terrazza o balcone, e potete coltivare il prezzemolo (foto) e altre erbe aromatiche.

Ottimo per coltivare le piante grasse più piccole perché per fare questa decorazione non dovete forare il fondo del barattolo e quindi la pianta va annaffiata solo ogni tanto, e nel caso delle piante grasse l'intervallo di tempo tra un'annaffiatura e l'altra potrà essere più lungo.

Mettetevi all'opera e buon artigianato!


Segue

Crema di sapone fai da te per disincrostare e schiarire le fughe annerite


Le fughe possono essere sbiancate se trattate con una crema di sapone molto semplice da preparare:

avete bisogno di:

barattolo/contenitore con coperchio
1/2 sapone Alga
Sapone di marsiglia (metà della quantità di sapone Alga che avete usato) è opzionale
500 gr di bicarbonato
acqua

Tagliare il sapone a pezzetti e coprirlo con bicarbonato, coprire completamente con acqua tiepida più due dita di differenza. Il sapone di marsiglia è opzionale serve solo per rafforzare la forza pulente della crema, però il sapone alga con bicarbonato è molto efficace contro l'annerimento.

Il sapone alga è molto morbido e quindi si scioglierà abbastanza velocemente, se resteranno dei pezzi sarà sufficiente sbattere con una forchetta. Mischiare bene.

Coprire le fughe con la crema e lasciare in ammollo per una giornata oppure strofinare con uno spazzolino o coltellino non appuntito, e lasciare in posa per un certo periodo di tempo. Un altro strumento utile per strofinare le fughe è la stecca coperta con paglietta d'acciaio: QUI

Risciacquare bene (il sapone Alga fa molta schiuma quindi conviene buttare acqua per terra, strofinare un po' per "staccare" il sapone, risciacquare con acqua pulita e per ultimo con acqua e aceto), comunque non c'è da preoccuparsi perché con successivi lavaggi con acqua e aceto i residui di sapone spariranno e il pavimento risulterà anche molto pulito.

Alla fine magari resterà un po' di crema un po' asciutta nel contenitore (come nella foto), potete lasciarla asciugare completamente (lasciando il contenitore aperto per un po'), e quando sarà necessario riutilizzarla per pulire le fughe, basterà aggiungere altro bicarbonato e acqua tiepida.


Come pulire le fughe con meno fatica

Dove acquistare il sapone alga: piccoli casalinghi, alcuni supermercati, acqua e sapone, negozi specializzati in vendita di detersivi.
Segue

20 febbraio 2017

15 ingredienti vegetali naturalmente repellenti contro insetti e parassiti.


Alcune erbe sono degli efficaci repellenti contro insetti e parassiti che vogliamo allontanare dalle nostre case. Possiamo usare la tisana concentrata o mischiata ad un certo volume di acqua per lavare angoli del giardino, o versarne un po' in un secchio con acqua e aceto per pulire il pavimento. Altrimenti possiamo inserire alcune erbe in una bottiglia di aceto o alcol e utilizzarli poi per la preparazione dei detersivi fai da te.

Posiamo anche usare gli oli essenziali che possono essere aggiunti all'acqua di lavaggio del pavimento, alle bottiglie di aceto o alcol ecc.

Ecco alcuni esempi di erbe e altri ingredienti naturali repellenti:

  1. ROSMARINO: zecche, zanzare, pulci
  2. CEDRO: pesciolini d'argento, falene e parassiti dei tessuti
  3. CITRONELLA: zanzare e blatte
  4. CHIODO DI GAROFANO: mosche, formiche, parassiti della carta e dei tessuti
  5. EUCALIPTO: formiche, mosche, blatte e insetti vari
  6. VANIGLIA: mosca e insetti
  7. AMAMELIDE: rende più forte gli insetticidi
  8. MENTA: zecche, pulci, formiche, mosche, zanzare
  9. LAVANDA: ragni, scorpioni, zanzare
  10. ARANCIA E LIMONE: mosche
  11. MAGGIORANA: mosche 
  12. MENTA POLEGGIO: formiche, mosche, moscerini, pulci, parassiti dei tessuti e carta
  13. SALVIA: mosche, moscerini, api, calabroni, falene
  14. TIMO: pulci, blatte, zanzare
  15. RUTA: quasi tutti gli insetti o aumenta le forza dell'insetticida naturale.

Segue

19 febbraio 2017

Barbabietola in Salsa Speziata

Ecco il Veganino, era da un po' che non si faceva vedere il nostro simpatico amico, e tutte le volte che lui viene da noi porta un suo piattino speciale.

Allora oggi il nostro amichetto ci dirà come fare delle barbabietole in salsa speziata:

2 barbabietole cotte o crude
2 cucchiai di concentrato di pomodoro
1 pezzetto di zenzero
1 peperoncino rosso tondo o lungo
1 aglio grande (potete farlo diventare più amabile togliendo l'anima e lasciandolo in ammollo in acqua e zucchero per alcuni minuti)
olio EV di oliva a gusto
sale
1 pizzico di zucchero di canna
1/2 limone


 Tagliare la barbabietola cotta o cruda a cubetti
A parte fare la salsa in questo modo
Pestare o frullare l'aglio, peperoncino, olio EV di oliva, zenzero e zucchero, quindi aggiungere il succo di limone, la stessa quantità di acqua e il concentrato e mischiare molto bene. Aggiungere sale a gusto.
Mischiare alle barbabietole calde e lasciare raffreddare.

Facilissimo vero?
Grazie Veganino!


Molte volte gli Attivisti per il Diritto delle Lattughe usano la teoria della sofferenza delle piante come argomento contro la filosofia vegana, il nostro Veganino che è molto ironico ha voluto dire cosa pensa di questa cosa:


Naturalmente il nostro amichetto scherza, ciao Veganino e alla prossima :)


Segue

16 febbraio 2017

Ammorbidire ed igienizzare i tessuti scuri con aceto ai chiodi di garofano.


Abbiamo già imparato che l'aceto non è solo un condimento ma un vero e proprio multiuso per i lavori domestici, sottolineo lavori perché oltre che per le pulizie, l'aceto serve anche per il giardinaggio, la cosmesi, la conservazione ecc.

Uno degli uso dell'aceto è come ammorbidente per i tessuti. L'aceto ha la proprietà di purificare superfici e tessuti dai residui vari: sporco, detersivo, additivi, smog e anche odori molte volte rilasciati dagli accumuli di prodotti chimici.

Di solito sui tessuti si usa l'aceto bianco e può essere di mele, di alcol o il classico aceto di vino bianco. Comunque se come me separate il bucato scuro da quello bianco potete avere un'alternativa in più: l'aceto ai chiodi di garofano, purificante, disinfettante e deodorante.

Per farlo è facilissimo, semplicemente si riempie una bottiglia con aceto e si aggiungono alcuni chiodi di garofano, diciamo una decina circa per ogni 500 ml però potete anche aggiungerci di più, e poi si lascia macerare. Più i chiodi sono a contatto con l'aceto e più questo diventerà scuro e profumato, quindi potete magari preparare diverse bottiglie e lasciarle in posa per molti giorni o mesi.

Diciamo che è più sicuro usare l'aceto ai chiodi di garofano sui tessuti scuri, però devo dire che l'ho usato anche sul carico bianco e non ha macchiato nulla, però per non rischiare potete usarlo soltanto per il carico di panni scuri. Per renderlo ancora più simile ad un classico ammorbidente potete aggiungere 1 cucchiaio di glicerina vegetale per 500 ml di aceto.

Se l'uso di questo aceto-ammorbidente sarà limitato solo ai vestiti scuri potete usare anche l'aceto rosso che di solito è anche più profumato rispetto al bianco, però da essere usato soltanto sui vestiti scuri, in realtà è difficile che una volta diluito l'aceto possa macchiare i panni bianchi, però meglio non rischiare. 

Alla mia bottiglietta ho aggiunto anche 10 gocce di OE di lavanda, potete aggiungere anche una stecca di cannella o un pezzettino di bacca di vaniglia, o anche essenza di vaniglia.

Posso usare acido citrico al posto dell'aceto? Certamente! 500 ml di acqua distillata, 1 cucchiaino di acido citrico, 10 chiodi di garofano e 10 gocce di OE della vostra preferenza.
Segue

15 febbraio 2017

3 Formule alla ruta per allontanare le blatte e altri parassiti .


La ruta è una pianta montana spontanea ed ha un odore abbastanza forte che può piacere o meno, a me piace molto.  ha la capacità di allontanare molti insetti e parassiti e anche le blatte.Se nella vostra regione non c'è traccia di questa pianta potete sempre coltivarla in un vaso.

a) Insetticida

Per preparare l'insetticida avete bisogno per 1 litro d'acqua:

1 cucchiaio di foglie (o foglie e fiori) freschi
1 cucchiaio di sale fino

Pestare le foglie in un mortaio e aggiungere un po' d'acqua per miscelare bene
Versare tutto nel pentolino con acqua e fare bollire, chiudere la pentola
Passate 24 ore aggiungere 1 cucchiaio di sale fino e mischiare.

Tamponare con panno umido tutte le superfici e angoli dove sono state avvistate le blatte. Oppure le si tratta di una zona esterna versate la soluzione direttamente negli angoli interessati.

b) Lavaggio del pavimento e finestre

L'odore della ruta rimane sul pavimento anche se non lo sentite e di solito i parassiti non si avvicinano quando sentono l'odore, quindi preparare un aceto alla ruta da essere usato per le pulizie.

Per 1 litro di aceto aggiungere 1 cucchiaio di foglie fresche e lasciare macerare per il maggio tempo possibile.

Per la vostra prima bottiglia potete scaldare 100 ml di aceto e aggiungere la ruta pestata. Lasciare in posa per 24 ore e aggiungere alla bottiglia di aceto. Poi ne preparate altre però semplicemente inserendo le piante pestate. Più è lungo il tempo di posa e più sarà efficace. Per lavare il pavimento basteranno 2 o 3 cucchiai di soluzione per 1/4 di secchio di acqua o uno spruzzino con metà soluzione e metà acqua.

c) Foglie essiccate

Essiccare alcune foglie di ruta al Sole o al forno a 30 gradi
Tritarle e cospargere gli angoli e zone della casa con le foglie, però non alla portata di bimbi e animali perché la ruta è leggermente velenosa se mangiata.

Se proprio non riuscite a trovare la ruta potete cercare la tintura o le foglie essiccate da vendere
Segue

Powered By Blogger | Template Created By Lord HTML