>

20 luglio 2018

Rooibos: una tisana ricca di antiossidanti e minerali, naturalmente dolce e priva di caffeina





La tisana al rooibos o tè rosso africano ha molte proprietà in comune al tè rosso, però ha un sapore più delicato e dolce, e non contiene caffeina.

Anche questa tisana ha un bel colore rosso ma è fatto con le foglie di un arbusto coltivato in Sudafrica, i popoli nativi hanno sempre utilizzato il rooibos come un rimedio naturale adatto per aumentare vitalità.

Alcuni studi indicano che il rooibos protegge al cuore dagli effetti del colesterolo cattivo e promuove il buon funzionamento del fegato, inoltre combatte l'ansia, allergie, irritabilità, mal di testa, coliche di diverse origini, dolore di stomaco, insonnia, ed è disintossicante.

Il tè rosso africano è ricchissimo di antiossidanti quindi combatte l'invecchiamento precoce, combatte i radicali liberi e aiutare a combattere la formazione di tumori. Ricco di ferro, potassio, calcio, magnesio e zinco, può essere utilizzata dagli attleti poiché aiuta a riporre i sali minerali, utile durante l'estate per la riposizione di magnesio e potassio persi attraverso la sudorazione. Aiuta a mantenere sani ossa e denti, e aiuta a combattere le malattie della pelle.

Siccome non contiene caffeina e con un bassissimo contenuti di tannini (per questo non è amaro ma sì dolce), non provoca problemi alla salute e non interferisce con il metabolismo degli zuccheri, anche perché non bisogna zuccherare il tè.

In Africa anche le donne in gravidanza e i bambini consumano la tisana, però è sempre meglio chiedere un consiglio al proprio medico.

Potete trovarla nei supermercati forniti e nei negozi di prodotti biologici potete acquistare le bustine di tè oppure le erbe essiccate. Questo l'ho acquistato al carrefour ed è aromatizzato alla vaniglia (aroma naturale e bacche), e come fa caldo ho preferito consumarla fredda.







Continua... ››

19 luglio 2018

Come creare il proprio profumo in stile vintage.



I piccoli oggettini vintage che possiamo trovare nei cassetti della nonna o nei mercatini, possono essere usati come contenitori di profumi fai da  te, e quindi potete non solo avere il vostro profumo personalizzato, ma anche il porta profumo che sicuramente risulterà elegante e particolare.

Questo ad esempio è fatto in questo modo:

50gr di cera di carnauba
30 ml di olio di mandorle
Petali di una piccola rosa
Cannella in polvere
1 cucchiaino di profumo bio (ho usato il profumo viola della I Provanzali)ggiungere i petali, e la cannella
Versare nel contenitore la metà dei petali e 1 pizzico di cannella
Sciogliere la cera a bagnomaria, aggiungere l'olio
Versare nel contenitore quindi prima che si solidifichi aggiungere gli altri petali e ancora 1 pizzico di cannella.
Lasciare raffreddare completamente.


È il vostro profumo è pronto,come non ci sono stabilizzanti ed è tutto naturale, attenti a portare in borsa quando le temperature sono alte, perché la cera può liquefarsi.
Continua... ››

16 luglio 2018

Riciclare i vasetti porta candela


Alcuni vasetti porta candela sono davvero molto carini, e possono essere usati per altri scopi come ad esempio un contenuti per pout pourrie.

Potete usare del puot puorrie che potete acquistare in diversi negozi oppure usare dei fiori secchi 

Prendete diversi giorni di spago e uniteli per formare un laccetto. 

Alla fine otterrete un vasetto rustico molto decorativo e a basso costo.
Continua... ››

12 luglio 2018

Come utilizzare i fiori di lavanda per combattere le tarme e altri insetti.

Se avete una pianta di lavanda a casa, in giardino o quartiere, potete usare i fiori appassiti per preparare un antitarme completamente naturale.

Realizzarlo è semplicissimo, come prima cosa dovete fare la raccolta dei fiori secchi



Quindi prendere una scatola di cartone (potete riciclarne una), e inserire i fiori secchi.


Fatte dei fori sulla parte superiore


Chiudere la scatola con nastro adesivo di carta perché cosi avete la possibilità di aggiungere profumazioni come OE di lavanda ad esempio.
Poi basterà posizionare in un armadio o cassetto.

Anche il pout pourri fatto con fiori secchi di lavanda allontana gli insetti. In questo caso basterà posizionare, su qualche mobile, una ciotola aperta in cui avete messo i fiori.
Continua... ››

10 luglio 2018

Aloe vera grezza per recuperare i capelli danneggiati dai trattamenti chimici


I trattamenti chimici come la decolorazione, le tinture, permanente e tiraggio possono danneggiare i capelli in modo molto serio. Alcuni rimedi naturali sono efficaci per ripristinare i capelli inariditi e opacizzati da questi processi.

L'aloe vera grezza cioè l'aloe appena raccolto oppure estratto dalla foglia ben conservata  contiene un gel capace di penetrare all'interno dei fili e ripristinare le cuticole aperte. Meglio ancora se mescoliamo l'aloe con un po' di olio di jojoba, uno dei migliori oli per combattere sia la porosità che l'aspetto crespo.

Possiamo utilizzare in due modi:

a) mescolare il gel di una o più foglie grandi e 1 o più cucchiai di olio di jojoba, spalmare sui capelli un po' bagnati, massaggiare, coprire con una cuffia, lasciare agire per 30 minuti e lavare normalmente.

b) Mescolare il gel di una foglia di aloe, 1 cucchiaio di olio di jojoba e una certa quantità di una qualunque maschera, ovvero q.b per coprire tutta la capigliatura e poi si procede come prima.

Potete aggiungere 1 cucchiaino scarso di aceto di mele o di arancio o riso per aiutare a combattere la porosità.

Se proprio non avete modo di reperire la foglia di aloe potete usare un gel concentrato.
Continua... ››

09 luglio 2018

Gli alimenti che rendono la pelle più bella.


La bellezza della pelle è direttamente collegata a quello che mangiamo, e non bisogna essere ricchi per mangiare bene, poiché basta fare un salto al mercato della frutta per avere praticamente tutto quello che si ha bisogno per "costruire" l'alimentazione ideale per la nostra pelle.

Gli alimenti ricchi di antiossidanti e vitamina C sono gli ideali, però ovviamente ci sono tanti altri elementi nutrizionali indispensabili, ed ecco un elenco di alimenti necessari per una cute sana:

Frutta citrica
Carota
Zucca
Mango
Broccoli e cavolfiore
Foglie verdi
Pomodori
Frutti rossi
Frutta secca
Semi vari
Curcuma e zafferano
Papaia

Mangiando questo alimenti (ovviamente potete aggiungere tanti altri all'elenco della spesa) vedrete che la vostra pelle diventerà man mano più tonica e radiosa. Ovviamente da eliminare o diminuire molto fumo e alcol

Un suggerimento: pomodorini, rucola ed origano fresco!


Post a scopo informativo e non medico, per maggiori informazioni consultatevi con un medico o un nutrizionista.





Continua... ››

06 luglio 2018

Pediluvio per piedi pesanti e gambe stanche



D'estate i piedi e le gambe vengono messi a dura prova poiché il misto di caldo, spossatezza e affaticamento possono appesantire gli arti inferiori provocando dolore e fastidio.

Per rivitalizzare piedi e gambe riempite una bacinella con acqua tiepida o fredda, 1 tazza di infuso di camomilla, 1 tazza di infuso alla menta e 1 cucchiaio di sale grosso (di preferenza sale rosa dell'Himalaya oppure sale grosso grezzo). Sarebbe meglio utilizzare 1 cucchiaio di foglie e fiori freschi, però se non è possibile potete usare le foglie essiccate o 2 bustine da tè, quantità consigliate per 1 tazza di tè. 

Immergere i piedi e lasciare in ammollo per almeno 20 minuti.

Potete sostituire la tisana alla menta con alcune gocce di OE di menta piperita oppure con 1 pizzico di mentolo (alcuni negozi vendono i cristalli di mentolo però dovete chiedere quello naturale al 100% poiché esiste anche quello sintetico).




Se volete anche ammorbidire la pelle dei piedi e soprattutto dei talloni, potete aggiungere un po' di crema per il corpo biologica fluida oppure del balsamo per capelli.


---------------------------------------------------








Olio essenziale di menta piperita Ultraessentia
Ordinalo sul Giardino dei Libri






Continua... ››

04 luglio 2018

Stiratura: come evitare che lenzuola e tovaglie tocchino terra



Sinceramente sono rare le volte che mi metto a stirare la biancheria da letto, e di solito uso le tovagliette americane a tavola, però a volte bisogna stirare le tovaglie e le lenzuola soprattutto quando destinata agli ospiti. 

Per evitare che lenzuola e tovaglie tocchino terra, potete posizionare due o tre sedie vicino all'asse da stiro, in questo modo i panni non si sporcheranno. 

Poi quando avete finito basterà piegare, e ad ogni piega passate il ferro da stiro, quindi piegare e stirare finché il capo non è completamente piegato e pronto da essere messo nei cassetti. 

Come organizzare la biancheria da letto: CLICCA QUI
Continua... ››

Aceto profumato: come produrlo in poco tempo.


Come abbiamo scritto non so quante volte, l'aceto ha tantissime utilità per le faccende domestiche: ammorbidente, anticalcare, pulizia dei pavimenti e superfici varie, cancella odori, diserbante ecologico, e via dicendo.

Per profumare rapidamente l'aceto destinato alle pulizie potete fare in questo modo:

Scaldare l'aceto (non bisogna bollire, dovrà essere semplicemente caldo), e quindi aggiungere alcune bucce d'arancia e/o limone. Chiudere la pentola e lasciare in posa per 24 ore. 

Oltre alle bucce potete aggiungere altri elementi come i fiori profumati come il caprifoglio, rosa, lavanda, foglie della pianta di pomodoro ecc, oppure essenze o resine profumate come canfora, cannella o chiodi di garofano.

Anche gli oli essenziali possono essere aggiunti all'aceto caldo, e la temperatura farà con che il loro odore possano impregnarsi in modo più efficace.

Ricordiamo che l'aceto ideale per ammorbidire i panni bianchi e per le pulizia del bagno è l'aceto bianco, e quindi in questo caso potete usare la canfora e le bucce di limone per profumare l'aceto senza alterare il colore e soprattutto senza macchiare vestiti e superfici.

Se i vestiti sono blu scuro o di colore nero potete usare l'aceto speziato con essenze di colore scuro. E per le pulizie ad esempio del pavimento o per l'uso di cucina potete usare anche  l'aceto rosso o profumato con spezie di colore scuro. 
Continua... ››

A Roma: un incentivo dell'AMA per la realizzazione del compostaggio domestico.



Chi vive a Roma ed ha uno spazio idoneo per fare il compostaggio, cioè trasformare i rifiuti organici in fertilizzante, può chiedere all'AMA la compostiera gratuita e avere una riduzione del 30% sulla quota variabile della tariffa rifiuti.

Ci sono alcuni requisiti necessari per richiedere la compostiera e per avere la riduzione della tariffa, e tutte le informazioni per capire come si pratica il compostaggio. Tutte questi dati e moduli da compilare sono disponibili sul sito dell'AMA, basta cliccare su questo link.




Continua... ››

03 luglio 2018

Come eliminare le macchie provocate dalla salsa di soia sui tessuti


Le macchie provocate dalla salsa di soia possono essere eliminate più facilmente se strofinate la macchia con una miscela di zenzero in polvere o un pezzo di zenzero fresco e alcol. Lasciare in posa per un po' e lavare con sapone di marsiglia.

Se rimangono eventuali aloni potete tamponarli con acqua ossigenata 40 volumi (quella cremosa per colpi di sole), oppure una miscela di acqua calda e percarbonato (sbiancante all'ossigeno attivo), oppure candeggina delicata. Ricordiamo che l'acqua ossigenata 40 volumi è più efficace, e poi il percarbonato. Se possibile mettete il capo in una busta di plastica per trattenere l'ossigeno.
Continua... ››

30 giugno 2018

I gatti neri non portano sfortuna

Molte persone sono ancora convinte che i gatti neri portino sfortuna o siano animali maledetti, e quindi molti di questi animali non trovano una casa.

Da felice mamma di una dolce gattina nera salvata dal bidone dalla spazzatura (l'ho trovata chiusa in una busta della spazzatura quando aveva due mesi), posso garantire che i gatti neri non portano sfortuna, anzi riempiono la casa di allegria,amore e felicità.

Quindi se volete adottare un gattino e avete paura dei gatti neri, lasciate stare le dicerie medievali. Un gatto è sempre un gatto, e non importa il colore.
Continua... ››

27 giugno 2018

Remember: Passo passo per avere camicie perfettamente bianche.


Le camice bianche sono belle ma soltanto quando sono perfettamente bianche, un minimo segno di ingiallimento le dona un aspetto trascurato ed invecchiato.

Dunque riassumiamo alcuni passo passo già illustrati anteriormente:

1) Prodotti per il lavaggio e come lavare: percarbonato (sbiancante all'ossigeno attivo in polvere), detersivo (classico, fai da te o sapone), bicarbonato di sodio o soda solvay se i vestiti sono in cotone e sono un po' più sporche dal solito, sale grosso,  e aceto bianco (di alcol, mele o vino)

Per lavare dovete riempire la pallina per il bucato di ognuno di questi ingredienti tranne l'aceto. Quindi lavare a 50 gradi (è la temperatura ottimale per sbiancare i tessuti, però potete provare con 40 gradi).

Scegliere l'opzione extra risciacquo se la lavatrice è dotata di quest'opzione, serve per togliere i residui di detersivo ed evitare ingiallimenti.

L'aceto va messo nella vaschetta dell'ammorbidente, aiuta ad ammorbidire ed eliminare tracce di detersivo e calcare.

Asciugare all'ombra.

Pulire perfettamente il ferro prima di stirare e non soffermarsi su una zona per molto tempo per non macchiare/bruciare il tessuto.

Se avete la tendenza a sudare molto, ogni volta che togliete la vostra camicia, spruzzate la zona ascellare della camicia con aceto bianco per evitare ingiallimenti in questa zona. Potete riempire uno spruzzino con aceto e lasciarlo in bagno.

Per trattare le macchie di grasso usare un po' di sapone di marsiglia (pannetto) e/o strofinare con un gessetto scolastico. Posa per almeno 1 ora e lavaggio.
Continua... ››

26 giugno 2018

Stevia: alcune foglioline fresche per addolcire le bevande.


La Stevia (Stevia rebaudiana) è un arbusto tipico del Sudamerica e soprattutto del Paraguay e Brasile e gli indigeni l'hanno sempre usata per curare i malesseri dell'apparato digerente e per calmare i nervi. Inoltre ai bambini piace masticare le foglie che sono comunque molto dolci.

Aiuta a prevenire l'ipertensione, iperattività, indigestione, ansia, infiammazione allo stomaco, e l'obesità.

La tisana concentrata aiuta a lenire la candidosi, è un tonico rinfrescante per la pelle, e può lavorare in sinergia con i tentativi di abbandonare il tabacco e l'alcol.

Se utilizzato per addolcire le bevande, aiuta a combattere la formazione della placca e carie.

Come utilizzare:

Per il tè: bollire 4 foglioline in 100 ml di acqua, lasciare in riposo per alcuni minuti e quindi usare l'acqua per preparare la vostra tisana (erbe essiccate o fresche, oppure i sacchettini).

Per le bevande in generale: ammollare alcune foglioline di tè in acqua bollente per almeno 1 ora. L'acqua dolcificata, che potrà essere conservata in frigo), va usata per addolcire ad esempio i succhi.

Per aiutare a diminuire l'uso di alcol e tabacco: bere una tisana fatta con alcune foglie di stevia, oppure stevia e foglie di tè verde

Nel caso dei diabetici è sempre meglio chiedere un parere medico.

Questo testo ha solo scopo informativo, consultare un medico o un nutrizionista per maggiori informazioni.
Continua... ››