>

10 gennaio 2019

Il modo giusto per lavare i tappeti molto sporchi in lavatrice.


Se avete in tappeto molto sporco ma che può essere lavato in lavatrice, consiglio di rimuovere il più possibile la sporcizia accumulata e quindi inserire il tappeto nella lavatrice assieme ad una pallina per il bucato riempito con solo aceto (la dose di aceto bianco varia secondo la dimensione del tappeto), e quindi scegliere un ciclo veloce a freddo e senza centrifuga.

Quindi procedete con il lavaggio vero e proprio con detersivo per il bucato biologico o detersivo fai da te a 40 gradi (o la temperatura più alta che il vostro tappeto possa sopportare) e un cucchiaio di sale grosso. Se il tappeto è bianco potete aggiungere acqua ossigenata 40V, oppure percarbonato (sbiancante all'ossigeno attivo) o candeggina delicata (niente varechina), e centrifuga delicata.

In questo modo non dovete lavare il tappeto ad altissima temperature o ripetere il lavaggio usando troppi detersivi. L'aceto oltre a sgrassare elimina gli odori e quindi con un ulteriore lavaggio risulterà pulitissimo e profumato.


Continua... ››

Il metodo del mese seguente per pianificare gli acquisti necessari ma non urgenti.



Un modo per pianificare gli acquisti necessari ma non urgenti è questo: un mese prima cercate di pensare alle cose di cui avete bisogno: un nuovo cesto per la biancheria, un nuovo armadietto per organizzare le cose, dei contenitori, biancheria, asciugamani ecc, e dunque scrivete tutto quanto su un foglio excel (nominatelo acquisti futuri), poi sarà utile stabilite un valore per le cose che dovete acquistare (guardate su internet), e quindi programmate gli acquisti per il mese seguente.

Ad esempio se ho bisogno di 5 contenitori da 4,50 e un cesto per la biancheria da 10 euro so che per il prossimo mese devo mettere da parte 14,50 e quindi decido se risparmiare su altre cose o di semplicemente non acquistare determinate cose. 

Ricordate che dovete prima pensare al mutuo o affitto di casa, spesa (incluso eventuali farmaci, detersivi e prodotti per l'igiene personale), alle bollette, spese per i bambini (scuola ecc), spesa per gli animali, e al trasposto (macchina o mezzi pubblici), e sistemato ciò pensate al resto. Quindi il vostro budget dovrà coprire queste spese e se possibile dovere lasciare almeno 5% di riserva per acquisti imprevisti (manutenzione della macchina, sostituzione degli elettrodomestici ecc). 

Un esempio pratico:

per il prossimo mese devo acquistare:

2 cuscini ortopedici
un tavolino per il giardino
3 vasi per le piante

totale approssimato: 100 euro

devo risparmiare o ho dei soldi in più da dedicare a questa spesa?

se devo risparmiare devo decidere su cosa
se posso spendere dal budget extra devo sottrarre il valore dalla voce (risparmi).

Ricordate che tutti i membri della famiglia, anche bambini e adolescenti devono rispettare questo metodo.

Buon risparmio!




Continua... ››

02 gennaio 2019

Maschera alla chia per capelli danneggiati dalla decolorazione e trattamenti chimici


Per molti anni ho utilizzato un colore molto scuro sui miei capelli, e ora ho deciso di tornare al vecchio castano medio né chiaro e né scuro. Nonostante sia andata dal parrucchiere per schiarire i capelli alla fine gli effetti si sono fatti vedere: capelli di paglia, scomposti e di un mosso disordinatissimo. 

Quindi dopo un po' di ricerche ho preparato la seguente maschera fai da te:

1 cucchiaino di semi di chia
50 ml di acqua molto calda (del rubinetto)
2 cucchiai di maschera per capelli (ho utilizzato la maschera all'avena della weleda ma voi potete sceglierne un'altra) e comunque ho molti capelli eppure spessi, dunque il dosaggio ovviamente deve essere proporzionato per ogni capigliatura.
1 cucchiaino di olio di germe di grano tiepido
1 cucchiaino scarso di aceto di mele
1 filtro per il tè in acciaio o silicone.

Come prima cosa dovete mettere i semi del filtro per il tè, chiuderlo e immergerlo in acqua bollente, in questo modo sarà più semplice estrarre il gel, altrimenti potete anche immergere i semi direttamente in acqua e quindi frullare, tanto i semi poi si staccano dai capelli durante la doccia, però è sempre un lavoro in più.

Mischiare il gel racconto con gli altri ingredienti, passare sui capelli umidi, indossare una cuffia da doccia o di lana (acrilico) e lasciare un posa per 30 minuti. Lavare i capelli.

I semi di chia contengono cisteina che rientrano nella composizione dei capelli e che vengono compromessi dai processi chimici più forti come la decolorazione, le colorazioni ravvicinate, la stiratura chimica e la permanente, la perdita della cisteina rende i capelli meno elastici, inoltre questi perdono di robustezza.

Ovviamente il consumo di semi di chia nell'alimentazione è importante per il necessario rapporto di cisteina che daranno forza e bellezza a capelli e unghie, oltre ad stimolare la crescita.

Bisogna dire che la maschera non fa miracoli e ad un ceto punto bisogna tagliarsi i capelli più danneggiati, però questo preparato può migliorare la condizione della chioma maltrattata. 

Continua... ››

21 dicembre 2018

Come realizzare un puntaspilli usando una lattina di crema.


Una certa crema in lattina un po' vintage e ancora molto apprezzata da alcune signore può fare da contenitore per alcuni piccoli oggetti, come bottoni, spilli, aghi e via dicendo, però esiste un modo per renderle più interessanti e funzionali.

Una mia vicina mi ha fatto vedere una lattina particolarmente decorata, credo per il periodo natalizio,  inoltre più alta  rispetto ai barattoli normali, quindi ho avuto l'idea di fare un puntaspilli per la signora.

Se avete a casa una lattina o un barattolo un po' alto potete fare uno anche per voi stessi.

Avete bisogno di:

stoffa
Ago
filo
spugna o materiale per imbottitura
colla a caldo
barattolo


Avevo diversi pezzi di stoffa e quindi ho deciso di unire alcuni usando la macchina da cucire, poi dovete fare dei lenti sui bordi (in nero), devono essere morbidi perché successivamente il filo andrà tirato.


Quando avete finito di fare i punti dovete posizionare la spugna all'interno e tirare il filo per chiudere questa specie di sacchetto, dovete tirare tirando il filo e non l'ago, altrimenti potrà spezzarsi. 


Potete poi fare ulteriore cuciture per chiudere per bene la stoffa, non bisogna fare cuciture molto precise poiché la parte posteriore verrà incollata al fondo della lattina e quindi non si vedrà nulla. Mettere un po' di colla sul fondo della lattina e sulla spugna e quindi appoggiare il sacchetto e fare pressione con le mani o qualche oggetto.


Poi basterà chiudere il barattolo, diciamo che questo oggetto è utile anche per proteggere le manine dei bambini più curiosi.
Continua... ››

19 dicembre 2018

Come combattere la muffa e il suo odore negli armadi posizionati in stanze umide.


Se la camera da letto è particolarmente umida, la muffa può intaccare anche gli armadi, dunque per evitare che la muffa possa danneggiare i vestiti possiamo seguire i seguenti accorgimenti:

a) Ogni tanto bisogna svuotare gli armadi, a pulirli con uno straccio inumidito con aceto bianco e acqua ossigenata o candeggina delicata. Questi ingredienti combattono l'odore e la proliferazione, quindi lasciate gli sportelli/cassetti aperti per prendere aria.

b) I vestiti maleodoranti di muffa devono essere prelavati con solo aceto bianco al posto del detersivo e quindi normalmente con detersivo ecologico o biologico.

c) Riempite dei sacchettini con alcuni gessetti scolastici e appendeteli, il gesso assorbe l'umidità. Oppure sistemali in mezzo alla biancheria nel cassetto.

d) Prendete delle scatole da 1 kg di soda solvay (soda da bucato) o calce, bucherellate la parte superiore (bastano piccoli forellini) e posizionateli negli armadi, questi ingredienti assorbono l'umidità.

e) La resina di canfora messa in dei piccoli sacchettini combatte l'odore di muffa.

f) I tessuti già ammuffiti vanno ammollati con acqua calda, sale grosso e detersivo liquido bio se colorati, e acqua calda, sale grosso, percarbonato e detersivo bio se bianchi.


Continua... ››

14 dicembre 2018

Decorazione natalizia fai da te realizzata con elementi raccolti dalla natura



In questo periodo Natalizio i negozi sono colmi di oggettini per decorare le case, gli alberi, le strade ecc. Però una decorazione originale è sempre più interessante poiché unica e molto personale.

Per realizzare qualcosa di carino non bisogna necessariamente spendere tantissimi soldi, con pochi elementi raccolti in natura potete creare degli addobbi molto interessanti.

Il mini alberello della foto è stato realizzato con un ramo secco di una pianta di basilico, una foglia caduta sul balcone, colori a tubetto e un po' di filo in acrilico.

Il rametto è stato dipinto con diversi colori in questo caso bianco e quindi un po' di verde e rosso, il filo in acrilico è stata arrotolato intorno ad una penna e quindi la pallina è stata legata esattamente a metà e quindi legata ai rami. La foglia è stata attaccata con lo stesso filo e dipinta di rosso con sfumature di verde.

Oltre a ricordare il Natale diciamo che questi elementi, il rametto secco, la foglia caduta e il filo in lana di acrilico ricordano questo periodo dell'anno cioè il passaggio dell'autunno verso l'inverno, il periodo in cui Madre Natura si addormenta, riposa e si risveglierà verso la primavera.


Continua... ››