Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Maggio, 2016

Organizzare la biancheria da letto in modo ottimale

Un modo molto efficace per sistemare la biancheria e non perdere pezzi nell'armadio, è quello di inserire tutti gli elementi in una federa.

Si piegano le lenzuola e una delle federe (se parliamo di letto matrimoniale) e poi inseriamo tutto quanto in una federa. Poi basterà piegare e inserire nell'armadio disponendo la biancheria in pila nell'armadio.



Se invece alcune federe non sono appaiate, oppure le lenzuola si sono consumate ma le federe sono in buon stato, è meglio raggrupparle in un'unica federa (magari una che non vi piace più), e quindi sistemarle nell'armadio, cosi non si perdono e possono essere usate ad esempio per gli ospiti o quando andate fuori casa.



Ricordiamo che una casa ordinata sembrerà anche più pulita e accogliente

Detergente ecobio all'argilla per pavimenti e superfici.

200 gr di sapone Alga o altro sapone vegetale come marsiglia, aleppo, ecc
2 cucchiai di bicarbonato
3 cucchiai di argilla (una qualunque, anche quella per l'artigianato va bene)
2 litri d'acqua demineralizzata o acqua della pioggia
200 ml di alcol rosa o bianco
10 ml olio essenziale (lavanda, tea tree*, bergamotto, pino, cedro, eucalipto, muschio, agrumi ecc).

Tagliare il sapone a pezzettini piccoli e metterli nell'acqua bollente
Quando saranno sciolti (se quando l'acqua sarà fredda vedete qualche pezzettino rimarrà integro prendete un frullatore a immersione per omogeneizzare tutto), aggiungere alcol, bicarbonato, argilla e olio essenziale
Mischiare bene
Lasciare riposare per almeno 1 ora

Inserire in un barattolo con tappo dosatore.


Agitare sempre prima di utilizzare perché essendo tutti gli ingredienti naturali possono precipitare o cambiare viscosità, comunque la sua proprietà pulente non cambia.

Aggiungere 1 cucchiaio di soluzione per 1/4 di secchio di acqua, meg…

Evento: 2 giugno nella fattoria della pace IPPOASI a Pisa

Festa a Ippoasi il 2 giugno, la Fattoria della Pace a Pisa che ospita molti animali salvati dalla morte e dai maltrattamenti.....

Programma:
- ore 10:00visita guidata al Santuario di Animali Liberi
- ore 12:30 buffet biovegano a km0 curato da Animalincucina
- ore 14:30 “La cruda verità sul cibo”, a cura della dott.sa M. Pizzi, medico di base, vegana, specialista in Neurologia e Neuropsichiatria Infantile. Esperta in alimentazione per la prevenzione e cura delle malattie
- ore 14:30intrattenimento bimbi con Saltimbanco, la scuola di arti circensi di Livorno
- ore 16:00visita guidata al Santuario di Animali Liberi
Per tutto il giorno sarà in funzione il Biobar, con estratti di frutta fresca, vino, birra, succhi di frutta.

L’EVENTO È INTERAMENTE A SOSTEGNO DEI DUE RIFUGI DI IPPOASI:
la Fattoria della Pace e il Rifugio della Bubi.
PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA a eventi@ippoasi.org o 3897629476
Evento a cura di Ippoasi con la collaborazione di Animalincucina e Saltimbanco.





Per altre informazioni …

Finta trippa di seitan con pomodoro e basilico.

Il nostro veganino è venuto a condividere la sua ricetta di finta trippa con pomodoro e basilico:


"scusateci per la foto, il flash l'ha rovinata un po' "

Avete bisogno di:

seitan al naturale
basilico fresco in abbondanza (10-20 foglioline)
cipolla rossa o scalogno
sale
Olio EV di oliva
Passata di pomodoro (meglio se rustica)

Preparazione:

Tagliare circa 300 gr di seitan a strisce
Tagliare mezza cipolla o 1-2 scalogni
Soffriggere la cipolla
Aggiungere il seitan e ripassare a fiamma dolce
Aggiungere mezzo bicchiere di passata di pomodoro e ripassare
Aggiungere 2 bicchieri d'acqua, sale a gusto e metà del basilico che avete disponibile
Mischiare e lasciare andare la cottura.
Quando il liquido sarà ridotto (non deve asciugarsi del tutto), aggiungere altro basilico fresco, lasciare andare per 1 minuto e servire con riso bianco, cuscus ecc.

Ho acquistato il seitan al carrefour a 3,00

Maschera e scrub ecobio al fieno greco e argilla uniformante e levigante.

Il fieno greco e l'argilla sono due ingredienti molto efficaci contro le macchie cutanee sul viso e corpo, benché sapiamo che le zone più sensibili del nostro corpo per quanto riguarda le macchie, sono in realtà il viso e le mani.

Quindi per cercare di mantenere la pelle più uniforme possiamo preparare una maschera all'argilla verde e fieno greco


Per prepararla abbiamo bisogno di fieno greco in polvere, argilla verde ventilata e acqua tiepida

Mischiare 1 cucchiaino raso di argilla e uno di fieno greco poi aggiungere acqua pian piano per ottenere una crema liscia.

Applicare sulla parte interessata (viso, mani o corpo), e lasciare in posa da 15 a 20 minuti e poi risciacquo.

Oltre alle macchie questa maschera combatte l'acne, punti neri e le rughe.

Applicazione 1 volta a settimana

Per preparare un vero e proprio scrub uniformante e levigante per il corpo e viso  potete preparare la stessa maschera aggiungendo dello zucchero di canna o bianco, comunque la crema deve risultare…

I benefici dell'infuso alla menta.

Questa bevanda aiuta ad eliminare/impedire la formazione del gas intestinale, oltre a  combattere la flatulenza. Stimola la buona digestione e mantiene sano l'intestino "calibrando" i suoi movimenti in modo ottimale.

Ha un effetto analgesico quindi indicato per combattere il dolore in generale, mal di testa, le coliche, l'indigestione e il dolore addominale.

Ha un effetto calmante sull'intestino e i muscoli del tratto digerente. Indicato per combattere la diarrea, la sindrome dell'intestino irritabile, la stitichezza, e la colite.

Ottimo contro la nausea e vomito ed è sempre indicato portare alcune foglie fresche, oppure l'olio essenziale su un fazzoletto se si soffre di mal d'auto, mal di mare ecc.

È antinfiammatorio e calmante per lo stomaco combattendo gastrite e ulcera.

Combatte la tosse e i problemi legati al raffreddore

È un antibatterico e aiuta a combattere e prevenire le malattie.

Contiene vit. B, potassio, antiossidanti e calcio.

È un sedat…

Pasta al limone con formaggio di soia Valsoia.

Da oggi in poi il nostro amico alieno Veganino ci suggerirà alcune delle sue ricette.

Pasta al limone con formaggio di soia




Il formaggio utilizzato è stato questo: Lo spalmabile Valsoia



Ingredienti:

1 limone grande (ho usato 1 limone di Amalfi)
pasta abbastanza al dente
1 aglio intero
prezzemolo
pan grattato
pepe nero (opzionale)
olio EV di oliva
formaggio vegetale
sale



1) Fare una salsa un po' liquida con 1/4 di limone (il succo),  un pizzico di scorsa di limone, 1 cucchiaio raso di prezzemolo fresco, 1 aglio, olio EV e un pizzico di sale. Lasciare riposare per 30 minuti


2)  Preparare la pasta, ripassarla nel condimento, lasciare riposare per 10 minuti e buttare l'aglio

3) Aggiungere 2 cucchiai pieni di formaggio e ripassare nuovamente a fiamma dolce. Per ultimo aggiungere 1 cucchiaio raso di pan grattato e una grattugiata moderata di pepe nero, mescolare.

Con il formaggio che avanza potete preparare uno snack molto buono con una galletta di mais spalmata con formaggio Valsoi…

Giustizia per Spike, il cane bruciato vivo a Pozzuoli. Seguiamo insieme il Processo.

Ricordate del caso del cane Spike? Quel povero cane bruciato vivo da un pazzo, infame, maledetto a Pozzuoli? Tra l'altro lui ha fatto tutto ciò davanti ai suoi figli. Se non avete visto potete vedere qui tutta la storia.

Dopo tutto questo tempo il Processo è andato avanti, c'è stata un'udienza il 19 di questo mese e poi rimandata poi al 30 giugno ore 8:30 al Tribunale di Napoli.

Il pseudouomo coraggioso davanti al cagnolino ma cagasotto se deve affrontare le persone non si è fatto vedere, e purtroppo non si è fatto vedere il testimone (cosi ho letto sul gruppo facebook).

Faccio appello al testimone di presentarsi perché se una parte di questo Paese è in mano di criminali odiosi come questo che ha ucciso Spike, è anche per colpa di chi non lotta per la giustizia. Capisco che magari abbia paura perché uno che brucia vivo un cane può fare del male anche ad una persona, e non lo dico io ma l' FBA. Però giustamente perché sono soggetti pericolosi devono essere rinchiusi in…

Cane aspetta il suo padrone da 40 giorni davanti all'ospedale. Lui non c'è più e nessuno è andato a riprenderla.

Inoltro una richiesta di aiuto ad un cane che si trova abbandonato di fronte ad un Ospedale ad Agrigento-Sicilia. In poche parole il suo padrone è entrato in Ospedale e credo che purtroppo sia deceduto.

Nessuno è andato a riportare il cane a casa e sono 40 giorni che questo animale aspetta davanti all'ospedale. ma io mi chiedo dove siano i parenti del Signore... E se davvero esiste vita dopo la morte credo che a lui faccia davvero piacere vedere una cosa del genere...

Comunque ecco l'appello dei volontari locali dell'Associazione Aronne, che purtroppo non hanno più spazio per altri cani (sappiamo che il randagismo in Sicilia non è roba per deboli e per mancanza di spazio molti volontari devono accudire i cani per strada).


"Riceviamo una richiesta d'aiuto...abbiamo il cuore spezzato, aiutiamo questa bimba per favore:
Vi narro la storia da "LIBRO CUORE" di..."MAMMA CORSO splendido esemplare che da 40 gg.attende all'uscita dell'Ospedale S.G.DI …

Per amore dei randagi: quando un singolo cittadino cerca di tenere in vita i randagi

Rinnovo gli appelli per i Cani delle Cave di Tivoli-Roma. Il Sig. Claudio Proietti porta da mangiare a questi poveri randagi senza aiuto di nessuna associazione o Ente Pubblico e conta soltanto con l'aiuto dei donatori e del Negozio Tutto Natura Garden in Via Tiburtina 179.

Spesso lui deve fare i salti mortali per pagare il rifornimento di crocchette che questo negozio mette a disposizione offrendo prezzo davvero bassi. Quindi se volete dare una mano a questi cani, potete fare in questo modo:

Fare un acquisto al negozio magari acquistando una buona birra artigianale e lasciare una donazione per le crocchette dei cani
Fare un salto al negozio e semplicemente lasciare una donazione per le crocchette
Fare donazioni in cibo per cani contattando il Sig Claudio
Fare una ricarica nella post pay del Sig Claudio (anche se lui preferisce le altre opzioni)

Allora per altre informazioni visitate il gruppo facebook: Amici dei Randagi delle Cavie

Cosi potete seguire la storia dei randagi e di…

Soluzione lavante fai da te all'argilla verde per capelli definiti e lucidi.

Ne avete già  di no poo e low poo vero? In pratica significa lavare i capelli con sostanze alternative allo shampoo cioè balsamo, ghassoul, erbe indiane ecc. La tecnica è stata creata in America e ha conquistato la chioma delle afroamericane, e poi quelle delle altre ragazze di altre etnie che comunque avevano capelli crespi o ricci indomabili e secchi.

Now poo non ammette il lavaggio con lo shampoo
Low poo ammette il lavaggio (magari sporadici)  con uno shampoo leggero e senza silicone

Come già detto ci sono molti modi per fare il now poo e il più popolare è l'uso del balsamo leggero senza silicone e con un po' di zucchero.

Altri usano il ghassoul che è un'argilla saponifera adatta ai lavaggi del corpo e dei capelli, c'è chi ha optato per le erbe indiane come shikakai, aritha ecc.

Ho usato questi ingredienti e devo dire che  sono stati molto utili per i miei capelli e soprattutto le erbe indiane. Però a me (e credo a tanti di voi) piace cambiare metodi e prodotti ora…

Maschera bio fai da te schiarente per capelli baciati dal sole.

Adesso che si avvicina la bella stagione molte di noi abbiamo voglia di cambiare il colore dei capelli e adottare quell'effetto "capelli baciati dal sole". Possiamo ricorrere ad alcuni ingredienti del tutto naturali che schiariscono i capelli in modo progressivo senza danneggiarli.

La maschera schiarente va preparata in questo modo:

Ingredienti:

Maschera per capelli bio di colore bianco
Infuso alla camomilla di preferenza fatto con fiori freschi
Burro di karitè
Bucce di cipolla gialla
Stecche di cannella
Aceto di mele (meglio se balsamico di mele)
Latte di Cocco
Olio EV di oliva.

Preparate un infuso fatto con 100 ml di acqua, camomilla, 2 stecche di cannella e bucce di 1 cipolla gialla grande. (la camomilla mettete quanto volete voi, 2 sacchettini di tè o una manciata di fiori)
Posa per 12 ore
Mischiare 2 cucchiai di maschera per capelli, 1 cucchiaio di latte di cocco, 2 cucchiai di burro di karitè, 1 cucchiaio di olio EV di oliva e 1/2 cucchiaino di aceto, mischiare be…

Abbigliamento per la palestra e sport: come rinfrescarli e pulirli a fondo.

Se i vostri indumento della palestra/sport hanno bisogno di essere rinfrescati e/o puliti a fondo, sia perché impregnati di odore, oppure perché sono un po' ingrigiti/ingialliti allora fatte in questo modo:

a) Pre pulizia: Mettere in ammollo o fare un risciacquo a freddo e senza centrifuga con alcol bianco (liquori, FU o vodka), e aceto bianco o di mele in parti uguali. 1 bicchiere di miscela per 1/2 secchio d'acqua calda oppure per 5kg di bucato. Potete usare solo alcol senza aceto.
b) Lavare gli indumenti normalmente con detersivo o sapone, 2 cucchiai di percarbonato e 1 bicchiere di bicarbonato. Nel caso di indumenti in lycra o sintetici bianchi usare 1 bustina di lievito al posto del bicarbonato, in questo caso non bisogna necessariamente usare il percarbonato, solo se è particolarmente sporco allora potete aggiungerlo, anche se nel caso dei sintetici è meglio usare acqua ossigenata da 20-30 o 40 volumi.

In lavatrice a 30-40 gradi i colorati e 50 gradi i bianchi, comunque…

I benefici dell'infuso di Erba Mate per la linea e per la salute

L'infuso di Erba Mate inizia ad essere sempre più conosciuto in Europa, però nel Sudamerica e soprattutto in Brasile, Argentina, Cile e Uruguay, questa bevanda è molto popolare ed è disponibile anche nei fast food.

Quali sono i benefici dell'Erba Mate?

Secondo una ricerca fatta nell'Università Federale di Santa Catarina (UFSC) in Brasile, l'infuso di Erba Mate è riduce il colesterolo cattivo LDL e aumenta il tasso di colesterolo buono HDL, e secondo lo stesso studio il colesterolo dei soggetti testato è diminuito del 15%.

L'Università Federale del Rio de Janeiro (UFRJ) in Brasile, ha realizzato alcuni studi e ha concluso che l'erba mate protegge i polmoni dei fumatori passivi (noi che dobbiamo respirare il fumo degli altri), rallenta l'invecchiamento cellulare.

Contiene caffeina quindi è uno stimolante dell'attività fisica e mentale. I nutrienti sono: acido folico, Vit. B5, B1, B2, C e E, proteine, sali minerali.

Le sostanze presenti in questo infuso a…

Odori sgradevoli anche quando la cucina è pulita. Come eliminarli

Alcune volte anche dopo aver pulito per bene la cucina sentiamo quell'odorino di cosa non lavata (odore di freschino), quello succede perché a volte i prodotti di pulizia non riescono a combattere gli odori impregnati sulle pareti, fornelli, mobili, pavimento ecc, nonostante siano puliti.

Allora bisogna sgrassare le superficie nel senso che i residui di cibo o di grasso devono essere rimossi completamente. Se l'armadio è grasso bisogna strofinare con una spugna insaponata con sapone o detersivo (meglio se bio) e un po' di bicarbonato, e quindi risciacquare con un panno inumidito con acqua e aceto. Il pavimento grasso a volte non si pulisce con il solo panno bagnato e quindi bisogna strofinare con bicarbonato o detersivo, risciacquare bene e fare un lavaggio finale con acqua e aceto. Le piastrelle della cucina vanno sgrassate con sapone, i fornello anche. Insomma, a volte solo il panno bagnato con un po' di detersivo non basta.

Tra l'altro come ho già scritto altre…

Come conservare più a lungo frutta e verdura nel cassetto del frigorifero.

Esiste un modo semplicissimo per conservare frutta e verdura nel cassetto delle verdure utilizzando delle semplici spugne.

Le spugne che dovete acquistare sono quelle in cellulosa e non importa se sono completamente lisce o se possiedono un lato ruvido, l'importante è che siano in cellulosa. Possono essere per i piatti, doccia o per l'auto.



Adagiare le spugne nel cassetto, di solito due o tre per quelli grandi e una o due per i cassetti più piccoli, e sistemare i vegetali. Le spugne assorbiranno l'umidità e gli alimenti dureranno di più. Poi ogni tanto basterà lavare le spugne, farle asciugare e quindi rimetterle nel cassetto.

È un sistema molto ecologico perché queste spugne verranno usare e riutilizzate più volte.

Cancellare le macchie di muffa dai capi usando l'argilla.

Riempire una bacinella con acqua bollente q.b per immergere il capo, aggiungere per litro d'acqua: 10 ml di acqua ossigenata 40 volumi (quella cosmetica per colpi di sole) e 1 cucchiaio raso di una qualunque argilla (anche la creta di colore chiaro per le sculture) e 1 cucchiaio di sale grosso. Immergere il capo previamente insaponato con abbondante sapone di marsiglia. Chiudere la bacinella (o pentola) con coperchio o altro per 24 ore.

Risciacquare a mano o in lavatrice, immergere il capo in acqua e aceto bianco o di mele, risciacquare nuovamente. Se ci sono tracce di muffa lavare in lavatrice con percarbonato alla temperatura più alta indicata per quel capo

Se non avete l'acqua ossigenata a disposizione potete usare la candeggina delicata, però l'acqua ossigenata è più concentrata

Tonico allo zenzero e argilla per curare la cute grassa e la forfora.

Per curare la cute grassa e/o la forfora preparate questo tonico: 1 litro d'acqua, 1 cucchiaio raso di argilla verde ventilata o argilla ghassoul, 50 gr di zenzero. Preparare l'infuso di zenzero e lasciare in posa per 1 notte, quindi versare su una bottiglia di vetro (anche lo zenzero a cubetti) e aggiungere l'argilla.

Chiudere la bottiglia e esporla al sole per energizzarla (non è obbligatorio, però energizzare l'argilla è utile per aumentare il suo potenziale). Se il Sole non c'è potete esporla alla pioggia o alla Luna, però il Sole è più indicato.

Usare sui capelli umidi, soprattutto sulla cuoio capelluto, prima o dopo lo shampoo. Massaggiare, lasciare in posa per alcuni minuti (almeno 10) o anche alcune ore, massaggiare e risciacquare.

L'aggiunta di foglie di menta fresca o olio di menta aggiunge qualità a questo tonico.

Tonico e oleolito allo zenzero per avere capelli più lunghi e luminosi.

La medicina ayurvedica prevede l'uso dello zenzero come ingrediente di bellezza per i capelli. In un primo momento veniva usato per combattere la forfora, poi hanno costatato che rendeva i capelli più lunghi in tempi brevi, inoltre la chioma trattata con lo zenzero si presentava più lucida e sana.

Lo zenzero può essere usato in diversi modi: usato come tonico facendolo riposare per 1 notte in acqua bollente, oppure miscelato in un qualunque olio come germe di grano, mandorle, lino o oliva. Può essere usato insieme ad altre erbe come rosmarino, henné rosso o neutro, amla ecc, sia che venga usato per preparare il tonico che l'olio.

Per il tonico potete aggiungere 30-50 gr di zenzero tagliato a cubetti per  litro d'acqua bollente, coprire e lasciare in riposo per una notte, oppure potete fare questa operazione di giorno, versare il liquido tiepido in una bottiglia di vetro trasparente e lasciare a contatto con la luce solare per tutto il giorno per energizzare il liquido.

Qua…

20 schiarenti naturali per la pelle del viso, corpo e mani.

1) Aceto di riso: quello molto utilizzato nella cucina giapponese, L'aceto deve essere applicato sulla pelle pulita e non ferita. Applicare con un pezzo di cotone o dischetto in cotone e lasciare agire per 10 minuti. Risciacquare. 1 volta al giorno
Se non avete l'aceto di riso potete usare quello di mele di preferenza biologico.

2) Succo di limone e zucchero bianco: preparare una crema morbida e fare un peeling 1 volta a settimana. Secondo me è meglio farlo prima di fare la doccia perché i residui di limone possono macchiare la pelle per via della fotosensibilità del limone.

3) Olio EV di oliva: applicare sul viso usando un pezzo di cotone o dischetto in cotone. In posa per 15 minuti e risciacquo. Potete mischiarlo con il peeling di succo di limone e zucchero

4) Cipolla: puzza ma rende la pelle molto uniforme. Passare la cipolla in un mixer da cucina e filtrare per ottenere il succo. Passare sul viso e lasciare agire per 15 minuti. I nutrienti della cipolla attenuano/combatt…

7 Consigli utili per risparmiare al supermercato

I soldi non c'entrano nulla con il "verde"?  Secondo me non è proprio cosi...

Purtroppo senza soldi non possiamo avere una buona alimentazione, aiutare persone o animali bisognosi, avere una buona qualità di vita, curare la nostra salute in caso di bisogno, comprare una casa comoda, e tra l'altro sprecare soldi nei nostri giorni per niente rosei, secondo me è una mancanza di considerazione verso tantissime persone che vivono con poco o niente da noi o in diverse altre parti del mondo.  Ne parliamo tanto di riciclaggio e riutilizzo degli oggetti che una volta sono stati acquistati, e quindi perché l'argomento "soldi" dovrebbe essere un tabù?

Allora per me non è un tabù e anzi, bisogna stare attenti a come i soldi vengono spesi e un posto in speciale dove molte verdine vengono buttate è proprio il supermercato. Quante volte avete comperato qualcosa (o più di una) e una volta arrivati a casa vi siete chiesti: Me perché l'ho acquistato?

Ci sono alcuni …

Macchia di erbaccia, graminacee e fango

Per togliere tutte queste macchie allo stesso tempo usare alcol rosa o bianco+aceto bianco in parti uguali+un po' di detersivo per piatti a mano* biologico o a basso impatto ambientale, tutto in parti uguali.

Inumidire il tessuto e strofinare la macchia con questa miscela usando uno spazzolino per il bucato o per le stoviglie, oppure lasciare in ammollo in acqua bollente, alcol, aceto e detersivo, per ogni mezzo secchio con acqua inserire 1/2 bicchiere di aceto, 1/2 bicchiere di alcol e circa 4 cucchiai di detersivo per piatti* bio o basso impatto ambientale.

*il detersivo è opzionale, potete non usarlo però aiuta molto ad ammorbidire e togliere i residui aggrappati al tessuto.

Cancellare le macchie antiche o sconosciute sui tessuti usando sapone allo zolfo

Avete bisogno di:

Sapone o saponetta allo zolfo
Bicarbonato
sale fino da cucina*
succo di limone o acqua ossigenata 40 volumi*
sale grosso*
percarbonato*

* opzionale

Inumidire il tessuto
strofinare la macchia con sapone allo zolfo e bicarbonato
lasciare in posa per almeno 1 ora
risciacquare
se ci sono aloni mettere i panni nuovamente insaponati con sapone di zolfo e quindi mettere in ammollo in acqua bollente  e succo di limone o acqua ossigenata e un po' di sale grosso.

Un altro metodo per smacchiare i tessuti: inumidire i panni e strofinarli con abbondante sapone allo zolfo, lasciarli esposti al sole per un'intera giornata, lavare in lavatrice con percarbonato (sbiancante all'ossigeno attivo in polvere) a 50 gradi se i panni sono bianchi oppure con solo detersivo biologico o a basso impatto ambientale o sapone, se i tessuti sono colorati o scuri e lavare a 30-40 gradi.


Macchia di Carbone

Strofinare con mollica di pane fresca e quindi lavare con sapone di marsiglia e bicarbonato, nel caso dei panni bianchi usare anche acqua ossigenate, potete risciacquare a mano o in lavatrice a 40-50 gradi.

Per gli aloni persistenti, dopo aver fatto il lavaggio consigliato mettere il capo in ammollo in acqua bollente e acqua ossigenata oppure con succo di limone e sale grosso.

Sbiancare e candeggiare dolcemente rayon e seta

La seta sintetica o rayon oppure la seta vera e propria sono delicati e devono essere smacchiati, candeggiati e lavati con prodotti delicati.

Un modo dolce per sbiancare i tessuti un po' ingialliti o ingrigiti, oppure per semplicemente illuminare il bianco è questo:

In una pentola aggiungere acqua demineralizzata molto calda (ma non bollente) q. b per coprire il tessuto+latte di cocco+acqua ossigenata 40 volumi. Chiudere la pentola e lasciare in ammollo per 1/2 giornata

Lavare a mano con sapone di marsiglia o detersivo delicato liquido biologico

Incrostazioni negli spazi stretti e negli angoli delle finestre: come ammorbidirle e rimuoverle.

Sono angoletti o piccoli spazzi difficili da accedere con uno straccio o spazzola, e li di solito lo sporco è talmente incrostato da non venire via facilmente,  però un metodo per facilitare le pulizie c'è.

Per primo cospargere la zona interessata con bicarbonato
Poi versare dell'aceto
Aspettare che la reazione finisca e quindi strofinare con uno spazzolino da dente, o spazzolina per il bucato o unghie, oppure cotton fioc
Passare un panno umido

Bruciatori del piano cottura incrostati e/o bruciati: come lavare e lucidare

Occorrono:

Aceto
Sapone Alga (o simile)
Bicarbonato
Spugna da cucina abrasiva o paglietta d'acciaio

Fare bollire i bruciatori in acqua e aceto in parti uguali
Chiudere la pentola e lasciare in ammollo per almeno 1 ora
Togliere, risciacquare e strofinare con sapone alga e bicarbonato usando la spugna o la paglietta
Risciacquare e per ultimo strofinare con solo aceto.

Aiutiamo i randagi delle Cave di Tivoli: donazioni per riempire le loro ciotole

Un appello per i cani che vivono nelle Cave di Tivoli: un Signore chiamato Claudio ogni giorno porta da mangiare ai randagi di quella zona. Lui si prende cura di loro con molto amore e non importa se fa freddo, caldo, se piove ecc, lui cerca di esserci sempre per loro.

Il problema è che lui ha bisogno di donazioni per alimentare questi animali visto che non ci sono associazioni di mezzo o Enti Pubblici, quindi se volete aiutarlo potete lasciare un contributo acquisti nel negozio Natura Garden a Tivoli, e perché no anche acquistare i loro prodotti. Altrimenti potete fare una carica al Sig. Claudio anche se lui preferisce che venga fatto tutto quanto al negozio per trasparenza, comunque come Tivoli per alcune persone non è proprio vicinissima credo che la postpay è piuttosto utile.

Vanno bene anche le donazioni di cibo per cani.

Per maggiori informazioni visitate la pagina dei Randagi delle Cave di Tivoli-Roma

Amici dei Randagi delle Cavie

E non scordiamo di questi due cani che aspettan…

Tabella del peso secco medio dei vestiti: Da scaricare

Sapere il peso dei vestiti prima di inserire i panni in lavatrice è utile perché più il carico da bucato è pesante più i capi saranno stropicciati, e quindi più difficili da stirare.

Inoltre in carico molto pesante può sovraccaricare la stessa lavatrice diminuendo la qualità del lavaggio.

Ovviamente il cestello deve essere riempito altrimenti si spreca acqua ed energia, però bisogna fare un bilancio tra capi pesanti e leggeri.

Ho preparato una tabella del peso secco medio di alcuni capi, ovviamente essendo un peso medio magari il vostro capo peserà di più o di meno.



Se volete scaricare la tabella in formato PDF cliccate sul link: TABELLA DEL PESO SECCO 
Oppure scegliete "STAMPABILI" nel nostro menu.

Capi da sturare e pieghe impossibili da stirare: come facilitare la stiratura

Le camice maschili e femminili ai sa....sono difficili da stirare, però alcune sono proprio impossibili!

Se dovete stirare un capo e le pieghe non si lisciano in nessun modo mettete in atto questo trucchetto:

Spruzzate il capo con acqua
Arrotolare il capo
Inserirlo in una busta di plastica e chiudere
Mettere il capo nel frigo (non nel congelatore) per almeno 1 ora
Stirare

Appello per Prince, giovane collie abbandonato in condizioni pietose

Un appello dell'Associazione Aronne- Sicilia

PRINCE è un giovane collie, ritrovato per strada ricoperto dalle sue feci, visibilmente segnato dalla leishmaniosi, dal dolore e dalla vergogna...pesa solo15kg ma la sofferenza non è la fame, il dolore per le ferite aperte o la faccia disgustata di chi si allontana per la puzza, la sofferenza è il ricordo...

comprato da qualche SIGNORE che doveva andare in giro per mostre, adesso è il fantasma di sé stesso. Aiutateci con le cure, serve GLUCANTIME, NOI ABBIAMO DECISO DI AIUTARLO, NON LASCIATECI SOLI condividete per favore continua a sostenere il nostro sogno devolvi il 5X1000 ad Aronne CF 930 35 45 08 45

AIUTATECI AD AIUTARLI

I possessori di carta PayPal potranno effettuare una donazione a:sandrofanara@live.it

OPPURE POSTEPAY N°4023 6006 3319 5443Inteastata a Gessica Vecchio CF:VCCGSC73T52H792P

Se volete, a ricarica effettuata, mandate una mail a jessicavecchio@libero.it ,in cui potrete specificare quanto avete donato e a chi è rivolta …
.